menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legittima difesa, boom di firme a Fidenza, i promotori ringraziano il Sindaco su Facebook

Nel Borgo, 2.187 sottoscrittori, oltre 1.000.000 in tutt’Italia. Andrea Massari: “Pene certe e raddoppiate per chi viola il nostro domicilio”

“Quando il postino ci ha portato in sede a Roma i pacchi con le firme di Fidenza, siamo rimasti sbalorditi dalla quantità di sottoscrizioni raccolte e ci siamo sentiti in dovere di mandare su facebook un video ringraziamento al Sindaco Andrea Massari che ci ha sostenuto insieme ad altri 2.186 cittadini”.

E’ la battuta a caldo di una responsabile del Comitato promotore che ha lanciato la proposta di legge di iniziativa popolare per la riforma della legittima difesa, entusiasta per il sostegno giunto dal Borgo. Proposta che ha camminato con la forza del passaparola e con l’impegno di molti amministratori locali, superando in 2 mesi la quota di 1.000.000 di firme già raccolte in tutto il Paese.

Il Sindaco Massari, sostenitore della campagna, esprime “un grandissimo ringraziamento a tutti i fidentini che, letteralmente, hanno fatto la fila nelle ultime settimane per firmare in Comune la proposta di legge di iniziativa popolare per una legittima difesa nuova, davvero capace di proteggere le vittime dei reati. A Fidenza sono state raccolte 2.187 firme, attraverso una campagna seria, centrata sui contenuti e non sulle medagliette politiche. Sono stato molto lieto di dare il mio contributo e di poter spiegare ai cittadini che mai come ora una semplice firma può fare la differenza, per cambiare una legislazione che, obiettivamente, fa acqua da tutte le parti. Vista la posta in palio, francamente credo sia riduttivo fermarsi a guardare la tessera che ha in tasca chi si è fatto carico di dare voce ad un problema sentitissimo, mettendo la soluzione a disposizione di tutti”.

Massari evidenzia che “i cittadini, come sempre, hanno capito benissimo la differenza tra le sparate di chi vuole solo un titolo di giornale e chi li coinvolge per cose serie. Questa proposta di legge lanciata dall’Italia dei Valori non parla di sindaci sceriffi o amenità simili, ma introduce due principi chiarissimi e semplici: pene raddoppiate e certe contro i malviventi che violano il nostro domicilio e, soprattutto, stop alle scappatoie che permettono al malvivente di fare causa per danni alla vittima del suo reato”.

Da Roma è arrivato anche il commento di Ignazio Messina, segretario nazionale dell’Italia dei Valori: “Ringraziamo tutta l’Italia e in particolare Fidenza, che con il Sindaco Andrea Massari ha contribuito con un risultato straordinario di sottoscrizioni alla nostra proposta di legge di iniziativa popolare. Un grande successo che testimonia la grande domanda di sicurezza che proviene dai nostri territori e che deve trovare risposte concrete. I cittadini devono essere più liberi di difendersi se aggrediti all'interno della propria abitazione, e non rischiare più di essere accusati di eccesso di difesa. La proposta di Idv – ha ricordato Messina - intende anche rimuovere la circostanza, attualmente prevista dalla legge, che attribuisce al ladro-aggressore la possibilità di chiedere il risarcimento del danno all'aggredito: un cortocircuito normativo beffardo e profondamente ingiusto che va eliminato. La raccolta firme ha superato 1.000.000 di sottoscrizioni e continuano ad arrivare lettere dai comuni. Il 1 Giugno le depositeremo in Senato e da quel giorno continueremo a raccogliere firme per la seconda consegna, è ora, che si sveglino e diano risposte ai cittadini”.


Dott.ssa Silvia Massari

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento