menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lesignano dè Bagni, esperti a confronto sui beni comuni

Mercoledì 27 luglio alle ore 21 presso il Parco delle Terme il Comitato Pro Terme di Lesignano organizza un incontro, seguito da un dibattito, con ospiti internazionali, a partire dalla vittoria dei Referendum

Un incontro ed un dibattito sui beni comuni per riflettere insieme, accompagnati da voci esperte del mondo accademico nordamericano e britannico, sulla definizione di ciò che dovrebbe essere considerato risorsa collettiva e da garantire a tutta la popolazione, indipendentemente dal reddito e dalla condizione sociale. Il Comitato Pro Terme di Lesignano dè Bagni promuove, mercoledì 27 luglio alle ore 21 presso il Parco della Terme di Lesignano dè Bagni, un'appuntamento dal titolo 'Difendere ed estendere i beni comuni' che sarà utile a chi è interessato al tema dei beni collettivi, anche alla luce della recente vittoria delle consultazioni referendaria su acqua ed energia nucleare.

Sarà proprio Francesco Camattini del Comitato Provinciale Acqua Pubblica di Parma a dialogare con gli ospiti 'internazionali': Silvia Federici, docente di Scienze Sociali presso Hoffstra University di New York, George Caffentzis, professore di filosofia alla Southern Maine University che parleranno delle esperienze di resistenza negli Usa e Massimo De Angelis, professore di Economia Politica all'Università di East London ed editore del giornale online The Commoner.uk che parlerà del ricostruire i beni comuni come spazi politici. Il 'nostro' Camattini parlerà invece della difesa dell'acqua come bene comune dopo la vittoria dei referendum.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento