menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I cittadini di Lesigano Futura durante la conferenza stampa

I cittadini di Lesigano Futura durante la conferenza stampa

Lesignano, i No tangenziale: "Il Comune ha fatto uno scempio"

Dopo la sentenza del Tar che ha bloccato i lavori e in vista della decisione definitiva del 7 marzo l'associazione Lesignano Futura denuncia: "L'amministrazione ha iniziato i lavori senza aspettare, spendendo soldi pubblici per un'opera inutile"

La sentenza del Tar del 9 novembre ha stabilito il blocco dei lavori in corso per la realizzazione della tangenziale di Lesignano de' Bagni, la bretella viabilistica ovest per la quale l'amministrazione comunale aveva già iniziato i lavori preliminari. L'Associazione Lesignano Futura che riunisce un gruppo di cittadini di Lesignano e della frazione di Santa Maria del Piano, che da due anni si batte, con proteste, analisi, proposte e studi indipendenti contro la realizzazione dell'opera, ha denunciato la situazione ambientale e paesaggistica dell'area all'interno della quale avrebbe dovuto sorgere l'opera.

Il ricorso al Tar era stato presentato da un gruppo di cittadini e di associazioni: la decisione definitiva verrà resa nota il 7 marzo dell'anno prossimo. "L'amministrazione comunale ha iniziato il lavori -dichiarano i componenti dell'associazione in rappresentanza delle persone che hanno promosso il ricorso- prima di sapere quale sarebbe stata la decisione del Tar: hanno fatto uno scempio utilizzando circa 200 mila euro di soldi pubblici.

"Un vero e proprio disastro -continuano alcuni cittadini riunti stamattina nella sede di Legambiente a Parma- sono stati eseguiti lavori di sbancatura e di distruzione della vegetazione e messo tre file di gabbioni per drenare l'acqua. Hanno distrutto una siepe storica mettendo così a rischio la stabilità della strada. A nostro avviso sono state fatte delle analisi geologiche insufficenti: non è stato fatto un sondaggio specifico nella zona della frana, è proprio la presenza della frana sul percorso della bretella che ha convinto il Tar a decidere per il blocco dei lavori. C'è stata la follia amministrativa di lanciare il progetto, iniziando i lavori, con con delle ipoteche legislative sulla testa".

La sentenza del Tar sospende tutti i provvedimenti amministrativi che riguardano la costruzione della bretella Ovest, compreso il Psc, Piano Strutturale Comunale. "Non possono accusarci di essere la causa della decisione del Tar perchè da due anni facciamo fare indagini, sondaggi geologici e sull'intensità del traffico, tutto a nostre spese, offrendo così degli strumenti che potevano essere utili all'amministrazione comunale che però non ci ha mai ascoltato.  Inoltre non è stata fatta la valutazione d'impatto ambientale per la frazione di Santa Maria del Piano. Una zona così fragile non può essere adatta ad ospitare un'opera del genere che, tra l'altro, è inutile perchè non risolve il problema della strettoia".

Nelle immagini dell'associazione Lesignano Futura l'area in cui dovrebbe sorgere la bretella Ovest, prima e dopo i lavori preliminari

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento