menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liberalizzazione della cannabis? Ghiretti: 'Il sindaco è in cerca di affannosa visibilità'

"Barattare le risposte a questioni fondamentali per qualche migliaio di “like” su Facebook è qualcosa che spiega a chiare lettere la pochezza dell'uomo prima ancora che la debolezza della sua visione politica e istituzionale"

Liberalizzazione della cannabis. Dopo l'intervento del sindaco Federico Pizzarotti e le polemiche che ne sono scaturite il consigliere Roberto Ghiretti ha affidato, nei giorni scorsi, la sua opinione ad un post su Facebook: 'Il sindaco è in cerca di affannosa visibilità. E' questa la ricetta per risolvere il problema degli spacciatori che assediano i nostri quartieri?"

Il tema della liberalizzazione delle droghe leggere meriterebbe ben altro palcoscenico e capacità di approfondimento che non un quello offerto da un sindaco in cerca affannosa di visibilità che decide di aderire a un'iniziativa sostenuta a livello locale da chi ha un'attività di commercializzazione di derivati della canapa. Al di là delle sue convinzioni personali, convinzioni che ovviamente divergono sensibilmente dalle mie, è indubbio che essere “il primo sindaco italiano” a firmare un simile appello rappresenta un segnale che va letto politicamente. Pizzarotti dimentica troppo spesso e troppo facilmente di essere la prima autorità sanitaria cittadina e di essere, almeno in teoria, impegnato a garantire la sicurezza cittadina. È questa la ricetta per risolvere il problema degli spacciatori che assediano i nostri quartieri? È questo il messaggio che si vuole mandare ai consumatori di stupefacenti, soprattutto i più giovani? E poi mi chiedo, quale messaggio vogliamo dare a chi lotta con altre terribili dipendenze come alcool o gioco d'azzardo? Per quanto mi riguarda lavoro da una vita nella convinzione che lo sport possa fornire alternative valide a quella socialità dello “sballo” che tanta presa ha tra i giovani e non solo. Barattare le risposte a queste questioni fondamentali per qualche migliaio di “like” su Facebook è qualcosa che spiega a chiare lettere la pochezza dell'uomo prima ancora che la debolezza della sua visione politica e istituzionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento