menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il preside: "Cinque minuti di follia: così quei minorenni hanno devastato il liceo Sanvitale"

Il racconto del preside Andrea Grossi che a Parmatoday ricostruisce tutte le fasi dell'episodio: "Hanno spintonato gli assistenti che hanno cercato di fermarli, le famiglie hanno fatto denuncia per il furto dei cellulari"

Il Liceo Sanvitale è stato devastato da 200 studenti per il Giorno delle Matricole. Dopo l'uscita della notizia abbiamo intervistato gli studenti che, ogni mattina, si recano in questa scuola, per cercare di capire il loro pensiero. Andrea Grossi, preside del Liceo Sanvitale, ricostruisce a Parmatoday tutte le fasi del raid e spiega: "Dobbiamo capire come mai c'è questa 'bomba inesplosa', poi c'è anche un problema di presidio di ordine pubblico. Può capitare che 150 ragazzi si trovino, magari anche i social network, per fare questo tipo di raid. E' necessario intervenire". 

Ci può raccontare cos'è successo la mattina della Festa delle Matricole al Liceo Sanvitale? 

"Alla mattina verso le 9 sono arrivati circa 150, 200 ragazzi, studenti soprattutto delle Superiori, di 14, 15 anni. C'erano  alcune matricole che però sono rimaste in disparte, nelle retrovie. Hanno cominciato a colpire la porta per cercare di entrare. Visto che sapevamo della visita delle Matricole avevo dato ordine di chiudere le porte e di presidiare le entrate. Erano porte a vetri, hanno fatto rumore con pugni e calci. Non riuscendo ad entrare dalla porta principale hanno aggirato l'edificio, danneggiando alcune biciclette, lo specchietto di un'auto, hanno rotto anche il pexiglas di una pompa antincendio. Dopodichè hanno tentato di sfondare la porta posteriore. Hanno provato anche altre porte: purtroppo un ragazzo dall'interno ha aperto una porta a spinta. A quel punto questa fiumana di ragazzi -urlando. sbattendo contro le porte e fischiando - ha invaso il corridoi, ha percorso tutti gli spazi della scuola. Hanno distrutto un tavolo in corridoio, hanno fatto cadere dei quadri, hanno cercato di entrare nelle classi, facendo uscire i ragazzi ma nessuno è uscito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma aumentano i casi: 124 e un decesso

  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento