menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanvitale devastato, le voci degli studenti: "E' la prima volta che fanno dei danni"

Gli studenti che si recano nell'Istituto di piazzale San Sepolcro sono increduli: "Secondo me l'hanno ingigantita i giornali, ho sentito che ci sono state delle finestre rotte, eravamo in classe ma non ci hanno fatto uscire"

Il liceo delle Scienze Umane Sanvitale di piazzale San Sepolcro è stato devastato da circa duecento studenti che hanno fatto ingresso all'interno dell'edificio scolastico, in occasione della Giornata delle Matricole, un appuntamento fisso che prevede la 'liberazione', da parte delle matricole universitarie, degli studenti delle ultime classi delle Superiori. Sono anni ormai che molti istituti hanno deciso, in questo giorno, di chiudere le porte.

L'altra mattina un portone del liceo Sanvitale è rimasto aperto e qualcuno ha pensato bene di entrare e distruggere numerosi oggetti, oltre a rubare sette cellulari e a rigare le auto dei professori. Tra gli studenti che la mattina si recano al Sanvitale è un misto tra condanna del gesto ed incredulità, con qualche commento sull'esagerazione della vicenda, che sarebbe stata 'condita' dai giornali. "Una mia amica mi ha detto che ci sono state delle finestre rotte e che hanno rubato questi sei o sette telefoni" ci racconta uno studente.

"Secondo me i giornali hanno ingigantito la cosa -sottolinea una studentessa- sono entrati ed hanno fatto un pò di casino ma non so bene cosa abbiano rotto: ho sentito che hanno rubato dei telefoni. Ho sentito anche dire che non tutti erano matricole. Di solito, in occasione della festa delle Matricole, entrano e fanno casino, ma non avevano mai fatto così tanto".

"Io venerdì a scuola non c'ero -ci racconta un'altra studentessa- comunque non è girata una grande informazione; da quanto ho capito sono entrati questi ragazzi ed hanno fatto di tutto e di più. Secondo me si è scelto di tenere un pò tutto nascosto, non so bene il perchè. C'è stata una sorta di silenzio generale".

"Eravamo in classe ed abbiamo sentito dei rumori ma non ci hanno fatto uscire, quindi non abbiamo visto niente. Non succede la stessa cosa tutti gli anni, anche perchè di solito la scuola è chiusa e se entrano li bloccano subito. Questo è il primo anno che fanno dei danni". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento