Lifc emilia onlus , assemblea annuale occasione per la donazione di un capnografo al centro di cura

L'assemblea annuale della Lega Italiana Fibrosi Cistica Emilia (LIFC Emilia), è stata l'occasione per la donazione al Centro di Cura regionale per la fibrosi cistica, di uno Capnografo, strumento molto utile nella cura quotidiana delle persone affette da fibrosi cistica.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Si è tenuta domenica 17 maggio c.a. presso Hotel Parma e Congressi, in una sala molto affollata, l'assemblea annuale della Lega Italiana Fibrosi Cistica Associazione Emiliana onlus (LIFC Emilia). Onlus. L'associazione, che si avvale dell'opera esclusiva di volontari e opera prevalentemente in ambito socio-sanitario nelle province emiliane e in quelle di Brescia, Cremona e Mantova, ha come obiettivo primario la lotta alla Fibrosi Cistica.

A sottolineare l'importanza del momento la partecipazione dei vertici dell'Associazione Nazionale con la presenza della Presidente, sig.ra Gianna Puppo Fornaro, che ha voluto portare i saluti di LIFC Nazionale..

L'assemblea è stata anche l'occasione per la donazione al Centro di Cura regionale per la fibrosi cistica, che ha sede presso l'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, da parte della Lega Italiana Fibrosi Cistica Emilia di un Capnografo/Saturimetro portatile. Strumento molto utile nella cura quotidiana delle persone affette da fibrosi cistica, é stato acquistato dall'Associazione grazie ad una donazione in suo favore da parte di un club "Rotaract Mantova Postumia", ha sede nell'Ovest mantovano. A consegnare il rsultato del Service "una boccata d'ossigeno" il Presidentedel rotarct Simone Zavatta

Il capnografo/saturimetro portatile è un importante strumento di monitoraggio dell'attività respiratoria, grande criticità nei pazienti affetti da fibrosi cistica. Integra in un unico monitor, portatile e maneggevole, due tecnologie di monitoraggio altamente avanzate, consentendo di avere un quadro chiaro e preciso dello stato respiratorio del paziente individuato in maniera semplificata tale da renderne semplice ed immediato l'uso.

Si tratta di attività a scopo benefico di fondamentale importanza, che consentono di integrare, portandosi su livelli di avanguardia, quelle che sono le dotazioni strumentali in essere nel Sistema Sanitario Nazionale, contribuendo al miglioramento degli standard qualitativi di vita del paziente.

A tale proposito è stato ricordao che in periodo di dichiarazione redditi, grazie al 5xmille è possibile dare un aiuto concreto e solidale per donare #unrespiroinpiù ai malati di Fibrosi Cistica. Basta inserire il Cod. Fiscale dell'Associazione nell'apposito spazio: 92018430345

Il Centro Regionale Fibrosi Cistica di Parma, è una realtà all'avanguardia per i tanti progetti attivati e gli importanti studi commissionati sulla patologia. Nel reparto 146 sono i pazienti attualmente in cura che arrivano principalmente dall'Emilia Romagna e dalla Lombardia. Al Centro FC di Parma sono seguiti 10 pazienti trapiantati con un'età media di 27 anni e 5 in lista di attesa.

Torna su
ParmaToday è in caricamento