Lipu, accordo per i lavoratori a progetto: saranno stabilizzati

Saranno rispettati i livelli di inquadramento del contratto nazionale del commercio, e che le retribuzioni non potranno essere inferiori al netto percepito finora come collaboratori

È stato siglato nei giorni scorsi l’accordo di stabilizzazione per i collaboratori a progetto attualmente in forza alla LIPU. L’accordo, firmato dalla direzione dell’ente e dai rappresentanti di NIdiL CGIL Nazionale e Nidil Cgil di Parma (LIPU infatti ha sede nazionale proprio a Parma), sebbene raggiunto dopo l'entrata in vigore della Legge 92/2012 (riforma del mercato del lavoro) ha le sue radici sul lavoro di contrattazione svolto negli anni.

Nell'accordo si stabilisce che, sia per quanto riguarda le assunzioni a livello di sede nazionale che a livello decentrato, cioè di coloro che operano in oasi e centri di recupero, saranno rispettati i livelli di inquadramento del contratto nazionale del commercio, e che le retribuzioni non potranno essere inferiori al netto percepito finora come collaboratori.

Nell’ambito di questa riorganizzazione generale, le parti hanno convenuto che particolare attenzione verrà posta alle esigenze specifiche di carico di lavoro e di sorveglianza sanitaria delle lavoratrici e dei lavoratori dei centri di recupero della fauna selvatica: l’associazione infatti da molti anni ormai supplisce al ruolo di tutela e salvaguardia che la legge demanda agli enti pubblici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta di un importante accordo per il riconoscimento della centralità del contratto collettivo nazionale e per la tutela dei lavoratori del mondo del no profit. NIdiL CGIL auspica che tale accordo preceda ulteriori altre regolarizzazioni nel mondo delle associazioni ambientaliste e del terzo settore. Settore che svolge attività di fondamentale importanza, ma che deve necessariamente tener conto anche della dignità e dei diritti di chi ci lavora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento