Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Liverani appeso al Toro: Krause vuole un'inversione di rotta

Confronto video con il presidente: la gara del 3 gennaio deve essere quella della svolta. Intanto Gervinho, al pari di Osorio che non è rientrato dal Venezuela, è ancora in Costa D'Avorio

Fabio Liverani - foto Ansa

Nel ritiro del Parma è tempo di confronti. La truppa di Fabio Liverani è a lavoro per preparare la gara delicatissima contro il Torino, non è escluso che per il tecnico romano possa essere l’ultima, visto come si sono messe le cose. I dirigenti del club, in questi giorni vicini a squadra e tecnico, sperano che il ritiro possa scongiurare decisioni estreme, si vuole evitare a tutti i costi il ribaltone, facendo saltare per aria il progetto tecnico-tattico iniziato non più tardi di tre mesi fa, contornato da tempi serrati e poco lavoro di preparazione. Poca abitudine anche solo all’idea di una rivoluzione che avrebbe dovuto intaccare il pensiero più profondo. Radicato in certi calciatori, chiamati a gran voce a prendersi qualche responsabilità in più.

C’è comunque da recuperare un rapporto, per certi versi, tra tecnico e squadra, c’è da pianificare il mercato e dare continuità, con i risultati, a quel poco che si è costruito. Il confronto tra Liverani e la squadra è andato in scena, il club – inteso nella dirigenza - ha assistito e avvallato le motivazioni del tecnico, pur riconoscendo allo stesso qualche responsabilità. Adesso attende risposte già a partire dalla gara con il Torino, per la quale probabilmente non ci sarà Gervinho. L’ivoriano, infortunatosi contro la Juventus, non ha ancora fatto ritorno in sede a Collecchio. Sono arrivati invece Lautaro Valenti, che la società ha multato per la plateale sfuriata dopo Crotone con Cornelius (probabilmente lo farà anche per l’uscita fuori campo sui social) e Brunetta. Gervinho è rimasto in Costa D’Avorio, con la sua lesione di primo grado che si è procurato contro i bianconeri, nell'ultima gara ufficiale del 19 dicembre. 

Intanto anche oggi è stata giornata di confronto, questa volta davanti a Kyle Krause, che dall’Iowa ha chiesto notizie volendo un ragguaglio sul lavoro di recupero fino a qui svolto. Il presidente americano è lontano ma presente, sarà in Italia per la sfida con il Torino per curare la sua azienda sportiva e per gli affari che ha avviato nelle Langhe. Inaugurerà in primavera la Casa di Langa, un resort a 5 stelle con vista su un paesaggio patrimonio Unesco che sarà composto da 39 camere, 12 suite, centro benessere, scuola di cucina e 40 ettari di vigneti e noccioleti. Intanto adesso vuole vedere un progresso dal Parma. Il direttore sportivo Marcello Carli e il suo vice Alessandro Lucarelli hanno fatto sentire l’appoggio incondizionato al tecnico, una vicinanza morale oltre che fisica, essendo tutti i giorni al campo. Il patron americano vuole che da questa situazione ci si tiri fuori tutti insieme, da squadra. Torino in un senso o nell’altro è decisiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liverani appeso al Toro: Krause vuole un'inversione di rotta

ParmaToday è in caricamento