La Lega Nord raccoglie le firme dei parmigiani contro la cessione gratuita dei terreni per la moschea

Domani nel gazebo in piazza Garibaldi, inizia la raccolta firme della Lega Nord contro la cessione gratuita di terreni del comune di Parma alla Comunità islamica per la costruzione della moschea

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

COMUNICATO STAMPA

LEGA NORD - SEZIONE DI PARMA

La Lega Nord raccoglie le firme dei parmigiani contro la cessione gratuita dei terreni per la moschea

Ieri il sindaco Pizzarotti durante la visita alla moschea urbanisticamente abusiva di via Campanini ha dichiarato che sono «Pronti i terreni per la moschea» continuando così nel progetto già accennato qualche giorno prima di Ferragosto di concedere gratuitamente alcuni terreni di proprietà del Comune o di società da esso partecipate alla Comunità Islamica di Parma perché venga costruita una moschea, completa di minareto e con altre sale per la comunità.

L'area individuata dal Sindaco sarebbe ubicata dietro la sede dell'Efsa, oltre la ferrovia, in una zona non ben specificata compresa tra via Reggio e via Vasari, con ovvii problemi di parcheggio e viabilità soprattutto in prossimità delle più affollate funzioni religiose.

Il tutto in barba - se non in frode - all'art. 8 della Costituzione - tanto difesa dal Movimento pentastellato - che prevede che i rapporti tra le confessioni religiose e lo Stato italiano siano oggetto di accordi, denominati "intese", tra le rispettive rappresentanze. È noto che la comunità islamica non ha mai firmato alcun accordo con lo Stato italiano e pertanto non si vede come possa un ente statale territoriale come il Comune di Parma accordarsi con la comunità musulmana locale per concederle aree di sua proprietà. Ciò che appare ancora più grave all'occhio ed alle tasche dei parmigiani è la gratuità della concessione: non si vede perché il Sindaco debba discriminare in questo modo i devoti di altri culti e togliere alle casse comunali quei proventi che si avrebbero dalla vendita dell'area e dai contributi per la modifica della qualità urbanistica.

Totalmente inesistente e non richiesto, invece, è il parere dei parmigiani: dopo la promessa elettorale della democrazia diretta e il flop della Giornata della democrazia, il Sindaco si impegna a concedere gratis l'area per la moschea senza interpellare i parmigiani, trascurando l'impatto sociale che la stessa può avere non solo sul quartiere di riferimento ma anche su tutta la città.

Proprio per sostenere la volontà dei parmigiani, la Lega Nord di Parma annuncia la raccolta firme contro la concessione gratuita dei terreni comunali alla Comunità Islamica per la costruzione della moschea.

A partire da domani 19 ottobre 2013, ogni sabato, sarà possibile firmare nel gazebo in piazza Garibaldi.

Lega Nord Sez. Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento