menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Locali, il Comune dichiara guerra agli abusivi: sanzionati tre circoli privati

Controllati e sanzionati circoli privati e pubblici esercizi – Contestati somministrazione abusiva, eventi musicali non autorizzati e in un caso addirittura incentivazione all’abuso di alcolici

Si intensifica l’azione del Comune, volta a garantire il rispetto delle norme in materia di gestione dei locali  e di disturbo alla quiete pubblica. A seguito dei controlli effettuati dalla Polizia Municipale e dalla Questura, in conseguenza di violazioni amministrative accertate, il competente servizio comunale ha emesso una serie provvedimenti amministrativi. In particolare ha disposto la cessazione della somministrazione abusiva e la cessazione del pubblico spettacolo abusivo nei confronti di tre circoli privati, uno in viale Mentana, uno in zona Paradigna e uno in località Baganzola.

Su tali provvedimenti sono in corso gli accertamenti che, in caso di inottemperanza, condurranno alla denuncia penale dei titolari. Per il circolo di Baganzola i  titolari sono stati anche denunciati dalla Questura per violazione della quiete pubblica e la stessa Questura ha richiesto il sequestro dell’immobile. Altri provvedimenti sono stati  assunti nei confronti di circoli  in zona Montanara (inibizione delle forme di diffusione sonora), e  in zona ex Salamini, dove è stata disposta la cessazione della somministrazione a soci poiché nei medesimi locali risultava già attivo un altro circolo privato e per varie altre irregolarità relative alla documentazione.

A quest’ultimo locale, su segnalazione di un cittadino, è stata contestata la promozione di un’iniziativa, con  tanto di locandina sul web, finalizzata a pubblicizzare bevande alcoliche e ad incentivarne l’uso. La manifestazione, prevista all’inizio di febbraio, non ha però avuto luogo. Inoltre, nei confronti di un pubblico esercizio di Via Milano è stata disposta  prima la sospensione di tutte le forme di diffusione sonora per sette giorni, poi la chiusura per inottemperanza alle disposizioni ricevute.

Anche nei confronti di un esercizio artigianale di Via D’Azeglio è stato emesso provvedimento di chiusura per due giorni per violazione delle disposizioni del Regolamento per la convivenza concernenti i divieti di vendita di alcoolici per asporto. Infine, nei confronti di un pubblico esercizio a Valera è stato emesso un provvedimento di cessazione di spettacolo abusivo, e per un altro in Via Buffolara è stata disposta la sospensione di tutte le forme di diffusione sonora per 15 giorni quale sanzione accessoria per l’effettuazione di intrattenimenti non autorizzati: per quest’ultimo e è stata accertata la mancata ottemperanza e si procederà alle segnalazioni del caso.

"Continueremo con assiduità questo tipo di accertamenti - commenta l'assessore  alla sicurezza e attività commerciali Cristiano Casa - per garantire la civile convivenza ai cittadini e soprattutto per l'attenzione dovuta ai tanti esercenti che rispettano le regole  anche a prezzo di non piccoli sacrifici. E' giusto che  venga sanzionato che cerca improbabili scorciatoie nella gestione delle attività di pubblico esercizio"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento