Differenziata spinta al Lubiana: prime 17 sanzioni agli 'irregolari' dei rifiuti

"In questo primo mese di attivazione del servizio – constata l’assessore Gabriele Folli - ci riteniamo molto soddisfatti dell’andamento del nuovo progetto". Sanzioni da 30 a 500 euro a seconda del tipo di infrazioni

Da oltre un mese ha preso il via nei quartieri Lubiana e San Lazzaro la raccolta differenziata spinta dei rifiuti urbani. I due quartieri sono stati divisi in 8 zone e in 6 di esse il nuovo servizio è già partito con contestuale rimozione dei cassonetti stradali destinati al rifiuto indifferenziato. Il servizio sarà attivato anche nelle ultime due zone entro il 17 luglio, data entro la quale quindi l’intera area (oltre 18.000 utenze per un totale di circa 36.000 abitanti) sarà a regime col nuovo servizio.

"Il nuovo modello di raccolta è estremamente semplice - ricorda il Comune - e, con un po’di impegno iniziale da parte di tutti, separare i materiali diventa in poco tempo solo una sana abitudine. Ciononostante, vista l’importanza del progetto, l’Amministrazione Comunale, unitamente al Gestore, ha effettuato e sta continuando a portare avanti una massiccia azione di informazione e comunicazione, volta a diffondere le nuove modalità di gestione e separazione dei rifiuti da parte degli utenti, nonché a ricordare le molteplici ripercussioni positive che comportamenti virtuosi in quest’ambito possono avere sull’ambiente".

Il NUOVO MODELLO. La raccolta del vetro avviene in campane stradali; la raccolta della frazione umida avviene in sacchetti biodegradabili da inserire nel nuovo contenitore areato sottolavello che fa sì che il sacchetto non si deteriori in breve tempo come avveniva in precedenza. Il sacchetto deve essere successivamente conferito in un contenitore condominiale. Tale contenitore sarà vuotato da Iren, una volta esposto su suolo pubblico dalle utenze, nei giorni stabiliti da calendario, 2 volte alla settimana.Per la raccolta di plastica, tetrapak e barattolame  i contenitori gialli familiari sono sostituiti da sacchi gialli appositi, da esporre nei giorni indicati nel calendario (1 volta alla settimana). Al posto del classico cassonetto stradale per il rifiuto indifferenziato, le utenze hanno a disposizione un bidoncino familiare grigio per la raccolta del secco residuo dotato di un chip che consentirà di conteggiare il numero delle vuotature, in modo da rapportare ad esse la tariffa dei rifiuti, ma solo dall’anno prossimo, una volta che l’operazione sarà a regime in tutta la città. Non cambia nulla per la raccolta di carta e cartone e resta invariata la frequenza di raccolta 1 volta alla settimana.

"Il sistema funziona, ma chi non segue le regole verrà sanzionato. In questo primo mese di attivazione del servizio – constata l’assessore Gabriele Folli - ci riteniamo molto soddisfatti dell’andamento del nuovo progetto. La maggior parte dei cittadini ha accolto favorevolmente il nuovo modello di raccolta e partecipa attivamente, rispettando le regole e collaborando con l’Amministrazione nel segnalare comportamenti scorretti”. 

Tutte le raccolte sono state concentrate in 2 giorni alla settimana, con calendari variabili in funzione delle vie, a beneficio della semplicità di interpretazione da parte dei cittadini. I punti di maggiore degrado e di abbandono selvaggio dei rifiuti sono gli stessi purtroppo già presenti in passato, prima dell’attivazione del modello “porta a porta”. L’Amministrazione Comunale però non intende più soprassedere a tali comportamenti e, proprio per la buona riuscita del progetto, e per rispetto per la maggioranza degli utenti che si stanno comportando correttamente, ha già attivato negli scorsi giorni i controlli di merito da parte degli organi di vigilanza. 

LE SANZIONI. Il Comune ricorda che chi viola le regole è sanzionabile dagli organi deputati al controllo. L’importo delle sanzioni varia da un minimo di 30 euro a un massimo di 500 euro in base al tipo e al numero di infrazioni commesse. In particolare gli Organi di Vigilanza controllano che le utenze utilizzino per il conferimento dei propri rifiuti solo ed esclusivamente le dotazioni fornite dal Comune (sacchi e contenitori), che espongano i sacchi e i contenitori solo nei giorni e agli orari previsti per la via ove sono collocate, che differenzino correttamente tutte le tipologie di rifiuti e che non abbandonino i rifiuti su suolo pubblico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il materiale informativo contenente tutte le regole per poter effettuare correttamente la raccolta differenziata dei propri rifiuti (il rifiutologo, l’opuscolo e il calendario specifico per via) è stato consegnato “porta a porta” a tutte le utenze interessate dal nuovo sistema di raccolta ed è disponibile presso il Punto Informativo di Via Terracini, presso il Centro Oradour, nei pressi del Teatro Europa. Nel corso dei controlli effettuati fino ad oggi sono stati individuati 17 trasgressori che riceveranno nei prossimi giorni apposita sanzione. “Lo scopo finale di tali controlli – ricorda ancora Folli - non è solo è quello di verificare il rispetto delle regole, ma di favorire la cultura della corretta gestione dei rifiuti, della salvaguardia dell’ambiente, mantenendo un elevato livello di decoro per la nostra città.”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Parma in controtendenza: pronto soccorso e terapie intensive non sono in emergenza

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento