Operaio morto a Corcagnano: le voci dei residenti

E' ancora giallo: ci sono dettagli che non convincono gli inquirenti, potrebbe essere stato un incidente sul lavoro ma nessuna pista è esclusa

L'artigiano Luigi Vilardo di 63 anni è stato trovato morto all'interno di un capannone a Corcagnano, in strada Cava di Vigatto. La pista principale sembra essere quella dell'incidente sul lavoro, che sarebbe stato fatale al lavoratore, che era stato incaricato dal proprietario del capannone di eseguire alcuni lavori. Gli inquirenti però vogliono vederci chiaro perchè ci sono elementi che non tornano, come per esempio la presenza di macchie di sangue in diversi punti dell'edificio. Abbiamo parlato con i vicini di casa: "Non non conosciamo la persona che è morta, invece conosciamo il proprietario del capannone. Io ho trovato tutte le auto della polizia quì davanti e pensavo che fossero a casa mia. Stavo tornando da Modena e quando sono rientrata ho visto le auto delle forze dell'ordine: erano circa le 16 del pomeriggio di ieri, 27 febbraio. Quando sono tornata qualcuno mi ha detto che era morta una persona all'interno del capannone. Non sapevo che ci fosse una persona all'interno che lavorava". "Non so niente di quello che è successo -ci racconta un altro vicino- non abbiamo visto nulla e non conoscevamo la vittima. Io ero a casa mia, poi sono andato a Parma all'una e non ho sentito nè visto niente" 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • "Chi non è residente deve lasciare l'abitazione": a Parma la truffa del falso avviso del Ministero dell'Interno

Torna su
ParmaToday è in caricamento