Offre alloggio ai connazionali clandestini: denunciato macedone

A Corniglio i militari della stazione Carabinieri hanno denunciato per inosservanza degli obblighi di soggiorno cinque persone di nazionalità macedone di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Un 31enne offriva alloggio in cambio di manovalanza

A Corniglio  i militari della stazione Carabinieri hanno denunciato per inosservanza degli obblighi di soggiorno cinque persone di nazionalità macedone di età compresa tra i 20 e i 30 anni. Uno di loro che era alla guida del veicolo - A. N. - a seguito del controllo è stato deferito, inoltre, per guida senza patente. Nel corso dello stesso controllo e dalle indagini successive è stato denunciato anche A.A.,  31enne macedone, per favoreggiamento all’immigrazione clandestina in quanto offriva alloggio ai macedoni in cambio della loro manovalanza, nonostante lui stesso sapesse della clandestinità dei suoi connazionali. 

I CONTROLLI DEL WEEK-END. Sono stati numerosi i controlli sul territorio effettuati dai carabinieri di Parma nel corso del week end appena trascorso a seguito dei quali alcune persone sono state deferite in stato di libertà. Tra queste uno studente italiano di 19 anni - S. J. - residente a Parma che è stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti. Il ragazzo, fermato in via Langhirano, aveva 11 grammi di anfetamine a bordo della sua auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei controlli un altro giovanissimo M.M., operaio 23enne pregiudicato di Reggio Emilia, è stato fermato in via Emilio Lepido con 3 coltelli a serramanico e deferito in stato di libertà per porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere. Mentre è stato sorpreso ad urinare nei pressi dell’ingresso del Parco San Paolo alla presenza di molti passanti A.B., classe 1989 originario della Costa D'Avorio, che è stato denunciato per atti contrari alla pubblica decenza e mancanza del permesso di soggiorno. L'ivoriano in seguito ai controlli effettuati è risultato essere senza fissa dimora, nullafacente e pregiudicato. Infine un 38enne residente a Parma - M.M. - ha violato gli arresti domiciliari non facendosi trovare nella sua abitazione nel corso dello specifico controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Parma in controtendenza: pronto soccorso e terapie intensive non sono in emergenza

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento