menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le maestre di Colorno in Tribunale: Genovese ha parlato, Smaldone non ha risposto alle domande

Le due donne si sono presentate la mattina del 28 maggio in Tribunale per l'interrogatorio di garanzia davanti al Gip. L'avvocato di Giuseppa Genovese: "Ha cercato di chiarire, per quanto possibile, la sua posizione"

Le due maestre di Colorno accusate di maltrattamenti aggravati che, secondo l'accusa sarebbero stati messi in atto all'interno di una sezione della scuola per l'Infanzia, sono arrivate nella mattinata del 28 maggio in Tribunale per gli interrogatori di garanzia. Verso le ore 11.30 Anna Pierina Smaldone e Giuseppa Genovese sono arrivate, accompagnate dai rispettivi avvocati. Davanti al Gip le due hanno avuto la possibilità di raccontare la loro versione dei fatti: pesanti le accuse nei loro confronti così come pesanti sono le immagini contenute nelle telecamere piazzate per un mese dai carabinieri. Giuseppe Genovese ha deciso di parlare mentre Anna Pierina Smaldone si è avvalsa della facoltà di non rispondere. 

arrestate3-2 "Ha cercato di chiarire, per quanto possibile, la sua posizione ha detto Marilena Facente, l'avvocato di Giuseppa Genovese E' chiaro che si tratta di addebiti importanti, siamo in una fase embrionale quindi allo stato attuale non posso dire nulla di più. La mia assistita confida in una riverificazione della sua posizione. Non è stata avanzata nessuna istanza da parte mia". La legale, quindi, non avrebbe fatto richiesta per la revoca degli arresti domiciliari, misura alle quale le due maestre sono sottoposte dal giorno degli arresti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma quasi 100 casi ma ci sono 7 decessi

  • Cronaca

    Vendeva cocaina in strada, arrestato nigeriano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento