Cronaca

Mafia: in manette Salvatore Casella, esponente del clan Sarno

Questa mattina un affiliato al potente gruppo criminale campano è stato arrestato all'Ospedale Maggiore di Parma: si occupava dei 'gruppi di fuoco' per le esecuzioni dei pentiti

E' stato arrestato a Parma questa mattina dai carabinieri Salvatore Casella, esponente di spicco del clan Sarno di Napoli. Si trovava all'Ospedale Maggiore a causa di un malore che lo ha costretto al ricovero nel reparto di terapia intensiva. L'operazione rientra in una vasta operazione su scala nazionale promossa dai carabinieri di Castello di Cisterna (Napoli) che ha permesso di smantellare definitivamente il clan, operante da più di 30 anni sul territorio campano. Le indagine sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Il latitante è accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso in omicidio premeditato e porto di arma da fuoco.

Gli arresti di questa mattina hanno colpito anche i capi dell'organizzazione. In tutto 15 arresti per gli omicidi, compiuti tra il 1994 ed il 2002, di 4 ex-aderenti al clan che collaboravano con lo Stato. L'uomo arrestato a Parma aveva un ruolo specifico all'interno dell'organizzazione criminale: si occupava di costituire i gruppi di fuoco per le esecuzioni dei 'pentiti' fuoriusciti dal clan che collaboravano con l'autorità giudiziaria.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia: in manette Salvatore Casella, esponente del clan Sarno

ParmaToday è in caricamento