La Parma invade via Reggio. Inagibile palestra della scuola di Porporano

Il torrente è uscito dagli argini e ha invaso alcuni campi da calcio. In seguito alle intense piogge degli ultimi giorni si è ingrossato. Preallarme per il Parma e per l'Enza a Sorbolo. Inagibile la palestra di Porporano

Maltempo. Prime esondazioni della Parma. In via Reggio il torrente è uscito dagli argini, in seguito all'ingrossamento provocato dalle pioggie intense di ieri e oggi, e ha invaso alcuni campi di calcio. Anche in altre zone della città la situazione è a rischio, soprattutto nelle frazioni. Inagibile la palestra della scuola elementare di Porporano.

VIDEO: LA PARMA INVADE I CAMPI DA CALCIO IN VIA REGGIO

COMUNE: NESSUN PERICOLO. Si rende noto che in risposta alle forti piogge cadute nelle ultime 12 ore, le quali hanno ingrossato il corso d’acqua del Torrente Parma, è scattata alle 10 di questa mattina l’operazione di laminazione (riduzione del flusso delle acque transitanti da monte a valle nel torrente Parma) mediante gli operatori dell’Aipo e coordinate dall’ing. Giuffredi. “La piena della Parma è stata posta sotto controllo dai tecnici, i quali hanno confermato che non esiste pericolo di esondazione. Chi parla di situazione critica fa solo allarmismo ingiustificato”, ha spiegato il Sindaco Pizzarotti, sin dalla mattinata in costante contatto con la Protezione Civile.

La stessa Protezione Civile ha inoltre tenuto a precisare che la portata d’acqua del torrente Baganza, affluente della Parma, è calata nella tarda mattinata, mentre la città ha registrato un buon contenimento dell’afflusso d’acqua: unica nota negativa è stata l’avvenuto allagamento delle aree in golena del Torrente Parma, soprattutto nella zona a valle del Ponte delle Nazioni, ove insistono alcune strutture sportive, come quelle del Milan Club Parma. L’allagamento, precisano sempre dalla Protezione Civile, è fisiologico dal momento che tali strutture, come detto, sono state edificate all’interno degli argini maestri del fiume.

PROVINCIA AL LAVORO. E’ iniziato alla sei di questa mattina il lavoro del personale della Provincia. Su disposizione dell’assessore provinciale Andrea Fellini si sono attivate le squadre operative del Servizio Viabilità, per monitorare la rete stradale provinciale, e del Servizio di Protezione civile, per controllare lo stato dei principali corsi d’acqua del nostro territorio che nelle ultime ore si sono ingrossati. “Al momento la situazione è sotto controllo ma in diverse situazioni è stato necessario l’intervento del personale del Servizio Viabilità con i mezzi di movimentazione terra. Stiamo effettuando ripristini viari e pulizia del manto stradale da fango e detriti su diversi tratti di strade provinciali. A causa dell’esondazione di un rio abbiamo chiuso, per il tempo strettamente necessario alla pulizia della strada e ripristino delle cunette, la SP116 al Km5 in località Groppo Predazzo”. – spiega Fellini che ha effettuato anche diversi sopralluoghi nelle zone più a rischio e che dalle 14 sarà in via del Taglio al Centro operativo di Protezione Civile.

In queste ore si è lavorato a Roccamurata sulla SP308, a Viazzano, sulla SP28 e sulla SP68 di Valcieca in diversi punti tra Rigoso e Selvanizza, sulla SP75 Monchio- Corniglio che resta chiusa per i lavori di ripristino della rete para massi divelta da una frana la scorsa settimana.
Dalle 11 di oggi è stato dichiarato il preallarme di Protezione Civile per la piena del torrente Parma per le aree comprese nei Comuni di Parma, Torrile, Colorno e Mezzani e l’attivazione del Servizio di piena da parte di AIPO. Sotto monitoraggio anche Taro e Enza e si prevede la chiusura del ponte di Sorbolo verso le 12. Per quanto riguarda la pioggia caduta, le centraline della Provincia hanno registrato 190mm di pioggia a Lagdei, con picchi di 20mm in un’ora e 116 a Santa Maria del Taro. In pianura sono caduti circa 50mm dal pomeriggio di ieri alle 9 di questa mattina.

PREALLARME PER IL PARMA. A seguito delle intense precipitazioni che hanno interessato il bacino del fiume Parma nel corso delle ultime 12 ore, con livelli idrometrici lungo l'asta del fiume ed in particolare nella sezione di Parma Ponte Verdi pari a 2,87 metri alle 10, la Protezione civile della regione Emilia-Romagna ha attivato la fase di preallarme nei comuni di Parma, Torrile. Colorno e Mezzani Anche l'agenzia interregionale per il fiume Po (Aipo) ha attivato il servizio di piena. Si prevede il passaggio del colmo di piena nella sezione di Colorno in tarda mattinata.

PREALLARME PER L'ENZA. La Protezione civile ha attivato la fase di preallarme per il fiume Enza, il confine fra Reggio Emilia e Parma. Previsto il superamento del livello 2 a Sorbolo in mattinata. Già nei giorni scorsi il ponte di collegamento fra le due province all'altezza di Sorbolo era stato chiuso momentaneamente per il livello d'acqua. Attivata anche la fase di preallarme nei Comuni reggiani di Brescello, Gattatico, Montecchio e Sant'Ilario, nel Comune di Parma e a Sorbolo e Montechiarugolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GHIRETTI. "La Parma sta esondando a valle della città. Anche a monte la situazione è critica. Ma dalle istituzioni e dalla protezione civile non giunge ancora nessuna indicazione. Chiedo al Sindaco Pizzarotti di attivarsi velocemente per comunicare ai cittadini i comportamenti più adeguati in questa situazione critica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento