Maltrattamenti a Mezzani, le due maestre patteggiano: a settembre potrebbero tornare in classe

La scuola potrebbe intervenire con provvedimenti disciplinari ma i conti con la giustizia sono chiusi

Le due maestre, S.A. di 49 anni e G.C. di 42 anni, accusate di maltrattamenti all'interno della scuola elementare di Mezzani, hanno patteggiato una pena di un anno e sei mesi. La pena è stata sospesa. Le due donne, raggiunte dal provvedimento di interdizione dall'insegnamento, firmato dal Gip del Tribunale di Parma nel mese di gennaio del 2019, non è più valido. Chiusi i conti con la giustizia le due potrebbero tornare in classe a settembre: la scuola però potrebbe prendere contro di loro dei provvedimenti disciplinari. Secondo la testimonianza di un educatore della scuola una delle due avrebbe strattonato un bambino, prendendolo anche per i capelli. La seconda insegnante era stata accusata dopo qualche giorno: le vittime sarebbero stati due bambini, tra cui uno disabile. Ai genitori dei bambini non andrà nessun risarcimento: gli avvocati delle famiglie potrebbero però intentare una causa civile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento