menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La mamma del piccolo Tommy: "Non fate uscire lʼassassino"

L'appello di Paola Pellinghelli

Paola Pellinghelli è la madre di Tommaso Onofri, il bambino di diciotto mesi che fu rapito a Casalbaroncolo, nelle campagne di Parma, nel 2006. Il piccolo Tommy Onofri venne ucciso il 2 marzo di quell'anno, poco dopo il rapimento, mentre tutta Italia per un mese seguì in tv il terribile caso nella speranza che il figlio di Paolo Onofri e Paola Pellinghelli venisse ritrovato ancora vivo. 

La donna, rimasta sola in seguito alla morte del marito avvenuta qualche anno dopo l’omicidio del piccolo Tommy, condanna l'ipotesi che gli assassini di suo figlio possano uscire con permessi-premio di lavoro. E ai microfoni di NewsMediaset dice:

"C'è chi comincia il reinserimento, c'è chi con i permessi premio... Questa è la giustizia dopo solo 11 anni. Alessi e gli altri due si rimpallano le responsabilità, ma chi è stato ora poco importa: devono pagare tutti e tre. Tommy oggi andrebbe alle scuole medie, vivrebbe i suoi primi innamoramenti. Ma Tommy tutto questo non ce l'ha".

Per il delitto sono state condannate tre persone. Mario Alessi, muratore siciliano che aveva eseguito lavori di ristrutturazione in casa Onofri, è stato condannato all'ergastolo. La sua compagna, Antonella Conserva, sta scontando 24 anni di carcere. Vent'anni al complice, l'ex pugile Salvatore Raimondi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento