menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carcere, Giovanna Chelli: "Stanno cercando di dare una spallata al 41 bis"

La presidente dell'Associazione dei parenti delle vittime di via dei Georgofili sul video di Provenzano e il corteo di domani contro il regime carcerario duro e critica chi "invoca uno Stato più umano verso la mafia corleonese che nel 1993 ha messo l'Italia a ferro e fuoco"

"Temiamo che 'Cosa nostra' abbia palesato, come fece nel 1993, stragi per far abolire il carcere duro e tanto altro ancora, e che, come allora, si sia corsi ai ripari: trattando": così in una nota Giovanna Maggiani Chelli, presidente dell'Associazione dei parenti delle vittime di via dei Georgofili, dopo la diffusione del video con Bernardo Provenzano. "Un vecchio signore con una papalina in testa che potrebbe essere chiunque, ma questo ha poca importanza, è apparso in un video in Tv, mentre, in preda ad un linguaggio farneticante, presumibilmente stava all'interno di un carcere.


Poteva essere Bernardo Provenzano, il boia di via dei Georgofili, così come poteva essere chiunque", scrive Giovanna Maggiani Chelli criticando chi "invoca uno Stato più umano verso la mafia corleonese che nel 1993 ha messo l'Italia a ferro e fuoco". "Per domani 25 maggio a Parma - spiega Maggiani Chelli - si terrà un corteo nazionale, bloccando la città, giusto contro il 41 bis regime con il quale nella città emiliana è detenuto Bernardo Provenzano". A 20 anni dalla strage di via dei Georgofili, aggiunge la presidente dell'Associazione dei familiari delle vittime, "forze dirompenti stanno forse tentando di dare una spallata all'unica roccaforte che disturba 'Cosa nostra': il carcere dal quale non si possono dare ordini di morte e di condizionamento del voto"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento