menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifestazione contro l'inceneritore: ritorna la fiaccolata di Santa Lucia

Il corteo organizzato dall'associazione Gestione Corretta Rifiuti partirà da piazzale Santa Croce il prossimo 11 dicembre, al grido di "Noi non spegneremo le nostre fiaccole finchè non spegneranno il loro camino"

Sabato 11 dicembre il popolo dell’alternativa, il popolo della sostenibilità e del rispetto per l’ambiente si è dato di nuovo appuntamento. Un anno dopo, ancora tutti insieme, per la stessa causa. Con le fiaccole in mano per manifestare in modo silenzioso e suggestivo la propria contrarietà alla costruzione dell’inceneritore di rifiuti in costruzione a Ugozzolo. E’ passato un anno, abbiamo fatto molta strada. Sono state realizzati molti eventi, che nemmeno credevamo possibili, sogni che i cittadini di Parma e della Provincia hanno reso realtà bellissime e commoventi.

Pensiamo all’imponente manifestazione del 17 aprile scorso, all’emozionante serata del 22 settembre all’auditorium Paganini, e a tanto altro. Tanti passi avanti, tante azioni, tante idee che non smetteranno di essere realizzate. L’inceneritore non è ancora stato acceso e non abbiamo alcuna intenzione di arrenderci. Lo facciamo per noi, per i nostri figli, ma lo facciamo per tutti, anche per i favorevoli, tutti respiriamo la stessa aria. Continueremo a manifestare la nostra contrarietà all’impianto di incenerimento di rifiuti finché non ci ascolteranno.

Sabato 11 dicembre daremo vita ad una nuova Fiaccolata di Santa Lucia, vogliamo che diventi una tradizione per Parma: "Noi non spegneremo le nostre fiaccole finchè loro non spegneranno il loro camino". Ci troveremo in piazzale Santa Croce alle ore 16.30. Un fiume inarrestabile di persone, di cui le autorità dovranno tenere conto. La Polis non si fermerà, nessuno pensi che basterà costruirlo per mettere la città a tacere. Noi abbiamo l’obbligo morale di portare avanti questa battaglia, lo chiede la città, lo chiedono i cittadini. E lo faremo senza bandiere di partito, come lo scorso anno, ma solo con la presenza delle persone, dei movimenti e delle associazioni. La salute non ha colore di partito, è di tutti, e tutti la dobbiamo difendere.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento