Università, sperimentazione sui primati: manifestazione nazionale a Parma

Domenica 23 marzo I.O.S.A., In opposizione alla Sperimentazione Animale organizza, in Piazza Garibaldi, dalle ore 11.30 alle ore 16.30 circa, una manifestazione di dissenso: "I primati condividono con noi circa il 99% del Dna'

Domenica 23 marzo I.O.S.A., In opposizione alla Sperimentazione Animale e Leal organizzano, in Piazza Garibaldi, dalle ore 11.30 alle ore 16.30 circa, una manifestazione di dissenso nei riguardi della sperimentazione su primati che avviene all'interno dell'Università degli Studi di Parma, il principale centro della sperimentazione su primati in Italia, utilizzati soprattutto nel Dipartimento di Neuroscienze.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I primati -dichiarano i promotori dell'iniziativa di protesta- condividono con noi circa il 99% del DNA e per questo motivo diversi progetti sono in atto nel richiedere che vengano loro riconosciuti diritti inalienabili, tra cui il diritto alla libertà individuale, incompatibile con l'uso degli stessi nella ricerca. Tra questi, il più importante è il Progetto Grande Scimmia, che conta tra i sostenitori anche personalità illustri come Jane Goodall, Richard Dawkins e diversi primatologi oltre che psicologi. Inoltre, sempre più medici e ricercatori riconoscono che la sperimentazione animale è un metodo fuorviante, non attendibile, mai sottoposto a validazione. Domenica 23 quindi, assieme a centinaia di persone, chiederemo all'Università di bandire l'uso dei primati nella sperimentazione, e di investire in progetti di ricerca alternativi, come già succede all'estero con l'Human Connectome Project e l'Human Brain Project".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sepe cuore d'oro: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

  • Coronavirus, manca la manodopera per la coltivazione dei pomodori: ecco come candidarsi

  • Coronavirus - Parma piange altri 14 morti, 48 nuovi casi: il totale arriva a 2.365

  • Coronavirus: muore a 60 anni l'attivista dei 5 Stelle Cinzia Ferraroni

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus: muore a 54 anni Roberto Bocchi

Torna su
ParmaToday è in caricamento