rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Mappa dei reati: Parma è la prima città in Italia per rapine nei negozi

Ecco lo studio del Sole 24 Ore: la pandemia non ferma i ladri

Parma è la città in Italia dove sono avvenute, nel corso del 2020, il maggior numero di rapine all'interno dei negozi. Anche durante la pandemia, quindi, la nostra città mantiene il primato a livello nazionale. È questo lo scenario che scaturisce dall'ultimo studio del Sole 24 Ore che analizza la mappa dei reati nel nostro Paese, divisa per città. 

Andando ad analizzare prima la mappa del crimine italiana, è Milano che mantiene il titolo di “capitale delle denunce”, soprattutto per quanto riguarda i furti con destrezza, che incidono per il 9% sul dato complessivo: dopo aver chiuso il 2020 con un calo, il capoluogo lombardo registra nei primi sei mesi 2021 una ripresa (+14%). Bologna sale al secondo posto, seguita da Rimini e Prato. Se si osserva invece la tipologia di reato la mappa cambia a seconda delle città.

Trieste per esempio resta, come lo scorso anno, la provincia con più denunce di violenza sessuale in rapporto ai residenti (48 episodi nel 2020) e Padova quella in testa per reati di droga. Napoli conferma il record di rapine e furti con strappo, Parma è invece la città con il maggior numero di rapine nei negozi, anche nell’anno della pandemia. Ravenna è in testa per i furti in casa, Imperia per percosse e lesioni dolose denunciate. Infine, le vittime dei delitti informatici si concentrano a Mantova, mentre a Gorizia o Torino quelle di truffe e frodi informatiche. Oristano è a oggi la città più sicura d’Italia in termini di numero di denunce presentate, dati che sono comunque influenzati da un sommerso che varia a seconda del territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mappa dei reati: Parma è la prima città in Italia per rapine nei negozi

ParmaToday è in caricamento