Marchio "Ospitalità italiana" per 30 strutture ricettive: al via il bando 2014

Domande di partecipazione in Camera di Commercio fino al 1 ottobre. Per le trenta strutture vincitrici è previsto l'inserimento nel sistema promozionale dell'Isnart, Istituto Nazionale Ricerche Turistiche

Un distintivo di qualità per contrassegnare l’eccellenza di trenta strutture ricettive della provincia di Parma: questo è il riconoscimento per chi sarà selezionato tra gli iscritti al bando 2014 del marchio  “Ospitalità Italiana”. La partecipazione, del tutto gratuita, è riservata alle aziende turistiche rientranti nelle seguenti categorie: ristorante tipico, ristorante gourmet, pizzeria, albergo, residenza turistico alberghiera o agriturismo. Le imprese devono inoltre essere in regola con il pagamento del diritto annuale camerale.

Per le trenta strutture vincitrici è previsto l’inserimento nel sistema promozionale dell’Isnart, Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, curatore del Marchio “Ospitalità Italiana” insieme alle Camere di Commercio. Per valorizzare gli assegnatari del marchio sono previste, tra le altre azioni, campagne stampa e web e applicazioni per smartphone a misura dei turisti più evoluti.
Dei trenta premi, 15 sono riservati alle imprese della ristorazione, 10 agli agriturismi e 5 sono dedicati agli alberghi o alle residenze turistico alberghiere. L’assegnazione dei marchi sarà convalidata da un’apposita Commissione istituita presso la Camera di Commercio in seguito alle visite effettuate dai tecnici dell’ente certificatore incaricato di verificare la rispondenza dei servizi offerti ai requisiti fissati come standard a livello nazionale.

Il marchio fornisce ai clienti una valutazione obiettiva del livello di servizio offerto e rappresenta una garanzia sia per gli esercenti che per i turisti: visibilità, chiarezza di immagine, garanzia di qualità, facilità di scelta, condivisione del sistema di valori tra chi offre e chi compra. L’insieme delle imprese riunite sotto il comune logo "Ospitalità Italiana" consente infine di comunicare al potenziale cliente gli sforzi di tutte verso la qualità e questa scelta (e con essa il concetto di tutela dell’ospite) rappresenta un’opportunità e una sfida per l’intero sistema turistico italiano. Alberghi, ristoranti e agriturismi che espongono il marchio "Ospitalità Italiana" garantiscono in sintesi elevati standard di accoglienza e di servizio ed un giusto rapporto qualità-prezzo per una permanenza di piena soddisfazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La domanda di ammissione è disponibile on-line sul sito web della Camera di Commercio e agli sportelli in via Verdi 2. Va compilata e restituita entro l’1 ottobre per raccomandata a.r. o via posta elettronica certificata all’indirizzo protocollo@pr.legalmail.camcom.it. Per informazioni ci si può rivolgere all’Ufficio Promozione economica della Camera di Commercio (tel. 0521 210227/246, e-mail promozione@pr.camcom.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento