"Ciao Marchetto, ci mancherai": gli amici ricordano il 39enne Marco Iselli

Il ricordo dell'uomo morto mentre stava lavorando a bordo di una ruspa a Faeto: il mezzo è scivolato e l'ha travolto. Le condoglianze del gruppo Laltesi Escavatori

Il 39enne Marco Iselli è morto nella giornata di ieri, lunedì 19 agosto, mentre stava lavorando e si trovava a bordo di una ruspa, a Faeto, una frazione di Varano dè Melegari. I suoi amici, i tanti conoscenti e i compagni dell'associazione 'Amici di Vianino' oggi lo ricordano, anche sulla sua pagina Facebook. Marco era uno degli animatori dell'associazione che, solo qualche giorno fa, aveva rievocato la tradizione della trebbiatura. "Riposa in pace", "Mancherai a tutti coloro che hanno condiviso la tua" sana follia", "Ciao Marco, ci mancherai" sono alcune dei messaggi lasciati da amici e conoscenti.

Marco Iselli lavorava per il gruppo Laltesi Escavatori che lo ricorda. "Oggi è venuto a mancare un nostro membro del gruppo Laltesi Escavatori, morto tragicamente sul lavoro con la sua ruspa. Sentite condoglianze alla famiglia Iselli da tutto il gruppo di Laltesi Escavatori e dal presidente e amministratore del gruppo Vito Sozzi. Riposa in pace Marco". Sull'incidente mortale indagano i carabinieri e i funzionari della Medicina del Lavoro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Ecco cosa si può fare da lunedì 11 gennaio a Parma

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Dal 16 gennaio Parma rischia la zona rossa

Torna su
ParmaToday è in caricamento