'Ancorati a una Nuvola': allo spazio Dante incontro con il neurochirurgo Marco Ruini

Venerdì 21 febbraio alle ore 21, presso lo spazio Dante in borgo Antini, 8 a Parma si terrà la serata 'Ancorati a una Nuvola'. La percezione del tempo nell’arte: le Neuroscienze attraverso le poesie e i romanzi di Marco Ruini

Venerdì 21 febbraio alle ore 21, presso lo spazio Dante in borgo Antini, 8 a Parma si terrà la serata 'Ancorati a una Nuvola'La percezione del tempo nell’arte: le Neuroscienze attraverso le poesie e i romanzi di Marco Ruini ed altri autori. Incontro-Dibattito. Il relatore d'eccezione sarà Marco Ruini, medico-chirurgo specialista in Neurologia e Neurochirurgia, direttore del Centro di Neuroscienze “Anemos". 

"Ciò che più caratterizza la nostra vita di esseri umani è la precarietà. Non soltanto perché la nostra vita ha un inizio e una fine e quindi siamo ospiti di passaggio in questo mondo, ma per la relatività e soggettività della nostra visione del mondo e del nostro rapportarci ad esso. Il cervello interpreta la realtà esterna in base alle strategie di conoscenza che ha sviluppato nei primi anni di vita, influenzate dalla genetica, dai rapporti interpersonali, dall’ambiente. Non esiste quindi una realtà oggettiva, ma tante visioni soggettive della realtà. I temi delle neuroscienze come la relatività delle nostre percezioni e le strategie di funzionamento del nostro cervello saranno quindi i fili conduttori della nostra serata nella speranza di confutare almeno alcuni luoghi comuni che condizionano il nostro sentire e i nostri rapporti con gli altri. Il tutto avverrà attraverso l’interpretazione di poesie e romanzi del relatore e di altri scrittori".

Temi della serata: la fallacia della memoria e dei ricordi; la dipendenza dal tempo che ci sfugge di mano; la necessità psicologica di lasciare tracce del nostro passaggio; la percezione di una identità stabile nel tempo: il viaggio come tentativo di uscire da se stessi o di ritornarvi; la necessità, per il nostro equilibrio, di una spiritualità che nasca dal corpo, che si perda nell’immaginazione, nella fantasia, lontana dalla trascendenza; il post-umano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento