menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lutto nel basket: è morto a Parma Marco Solfrini, argento alle Olimpiadi di Mosca

Ha avuto un malore mentre si trovava alle Fiere di Parma sabato 24 marzo

Marco Solfrini, campione di basket, è morto mentre si trovava a Parma per lavoro: un infarto lo ha stroncato. Aveva 60 anni. Solfrini si trovava alle Fiere di Parma ed è stato colto da un malore. 

Marco Solfrini muove i primi passi a livello professionistico nel Basket Brescia, dove gioca fino al 1981. Nella stagione successiva passa alla Pallacanestro Virtus Roma, dove negli anni seguenti vince uno scudetto, una Coppa dei Campioni, una Coppa Intercontinentale e una Coppa Kora?. Nel 1985 si trasferisce alla Pallalcesto Amatori Udine, dove gioca due stagioni, fino al 1987, quando passa al Fabriano Basket, chiudendo poi la carriera professionistica alla Mens Sana Basket di Siena, nella quale milita dal 1990 al 1993. Negli ultimi anni ha giocato in varie squadre dilettantistiche bresciane. Ha indossato la casacca dell'Italia con la quale ha vinto un argento ai Giochi di Mosca 1980. La formazione era guidata da Dino Meneghin e in finale perse contro la Jugoslavia. Il 2 luglio 2009 viene nominato team manager della neonata società cestistica Basket Brescia Leonessa. Soprannominato il Doctor J italiano, negli ultimi anni ha fatto parte della rappresentantiva della Nazionale Over 50 e Over 55, vicecampione del mondo nel 2017. 

Il ricordo del Basket Brescia Leonessa

Il Basket Brescia Leonessa piange la scomparsa di Marco Solfrini, che nel corso della sua carriera da giocatore e da dirigente ha legato in maniera indissolubile il proprio nome al basket bresciano. “Per me Marco era come un fratello, una persona buona e umile che viveva per la pallacanestro – il pensiero di Matteo Bonetti, patron del Basket Brescia Leonessa -. Una leggenda della pallacanestro bresciana e nazionale, ma soprattutto una persona gentile ed educata, con la quale amavo scambiarmi sempre delle opinioni. Una persona sempre positiva, capace con il suo esempio e il suo lavoro di far crescere la pallacanestro a Brescia”. Questa sera, poco prima della palla a due della partita che la Germani disputerà sul campo di Capo d’Orlando, la memoria dell’ex ala biancoblu sarà commemorata attraverso un minuto di raccoglimento disposto dalla Federazione Italiana Pallacanestro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento