Forconi, il Consorzio del Prosciutto di Parma risponde a Ferro: "Solo suini italiani"

Paolo Tanara, presidente del Consorzio del prosciutto di Parma, risponde alle dichiarazione di un leader dei forconi, Mariano Ferro sull'utilizzo dei maiali esteri per la produzione del famoso prosciutto

"La nostra filiera è rigorosamente tutta italiana. Il Prosciutto di Parma è una Dop (denominazione di origine protetta) e quindi 100% italiano. Questo vuol dire che deriva esclusivamente da suini italiani, nati e allevati solo e soltanto in 10 regioni del centro-nord Italia''. Lo ha detto Paolo Tanara, presidente del Consorzio del prosciutto di Parma, in risposta alle dichiarazione di un leader dei forconi, Mariano Ferro, sull'utilizzo dei maiali esteri per la produzione del famoso prosciutto. ''Le recenti affermazioni - ha aggiunto - sono episodi pericolosi aggravati dalla risonanza che gli organi di informazione nazionale possono dare e dall'influenza che possono esercitare sui lettori e sull'opinione pubblica in generale, veicolando in questo caso informazioni sbagliate che intaccano non solo l'immagine del nostro prodotto, ma più in generale quella dell'intera filiera della suinicoltura italiana''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento