menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia l'addetto alla sicurezza dell'Ovs: 36enne in manette

E' stato fermato mentre cercava di uscire dal negozio con un borsone pieno di capi di abbigliamento

Nella serata di ieri 23 giugno 2017, gli agenti della Squadra volante della Questura di Parma hanno arrestato in flagranza di reato di M. A. nato in Marocco, di 36 anni, residente nel reggiano, pluripregiudicato con a suo carico un arresto per immigrazione clandestina e numerose segnalazioni. Il marocchino è stato sorpreso dal personale di vigilanza interna dell’OVS di Parma mentre occultava all’interno di una borsa alcuni capi di abbigliamento prelevati dagli scaffali, per poi dirigersi all’uscita del negozio senza pagare nulla. Una volta sorpreso dai dipendenti dell’attività, ha innescato con loro una colluttazione nel tentativo di sottrarsi al controllo, sferrando diversi pugni in faccia ad un delle guardie giurate, causandogli alcune lesioni successivamente curate presso il locale pronto soccorso. L’arrivo di altro personale delle sicurezza ha però consentito di bloccare il soggetto ed una volta immobilizzato, è stato segnalato il tutto al numero di emergenza 113 permettendo così l’arrivo della volante.

M.A. davanti agli agenti intervenuti, ha ammesso il furto consegnando la borsa con dentro i capi di vestiario che precedentemente aveva sottratto, 13 magliette per il valore complessivo di poco meno di 130 euro. Il giovane marocchino è stato successivamente accompagnato presso gli Uffici della Questura dove è stato sottoposto a perquisizione personale, rilievi foto-dattiloscopici e tratto in arresto per i reati di rapina e lesioni personale in flagranza di reato. L’uomo si trova adesso in custodia, in attesa del giudizio con rito direttissimo che si celebrerà nella mattinata di oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento