Pd, Matteo Caselli candidato: "Voglio un partito senza correnti"

Alla fine il rinnovamento, almeno nelle candidature, è arrivato all'interno del Partito Democratico parmigiano. A correre per la segreteria cittadina sono infatti tre volti relativamente nuovi e "giovani": Lorenzo Lavagetto, Caterina Bonetti e Matteo Caselli

Alla fine il rinnovamento, almeno nelle candidature, è arrivato all'interno del Partito Democratico parmigiano. A correre per la segreteria cittadina sono infatti tre volti relativamente nuovi e “giovani”: Lorenzo Lavagetto, Caterina Bonetti e Matteo Caselli. Proprio quest'ultimo ha presentato la propria candidatura ieri mattina in un incontro alla Corale Verdi.

MATTEO CASELLI: LA VIDEOINTERVISTA 

“Vogliamo guardare alla città – ha dichiarato – come ad una comunità di idee e valori e per questo vogliamo costruire un partito che sia uno strumento a disposizione del cambiamento”. Nel corso dell'incontro è stata anche presentata una bozza del programma a sostegno della candidatura dell'ex consigliere comunale. Tre i temi centrali sui quali concentrarsi: lavoro e welfare, cultura e ambiente, una scelta che nasce dalla “necessità di prendere decisioni e darsi delle priorità”.

Gran parte dell'elaborazione politica del candidato segretario è dedicata a quelle lotte intestine che da troppo tempo contraddistinguono il Pd. "Il partito ha bisogno di un modello di governance moderno ed adeguato e in questo senso nella prossima segreteria dovrà essere bandita ogni logica spartitoria che accontenti solo le correnti". Una presa di posizione forte, testimoniata anche dalla presenza in sala di numerosi esponenti del partito cittadino legati a diverse correnti, da Giorgio Pagliari alla Patrizia Maestri per passare da Franco Torregiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E la necessità di ricostruire un senso di comunità all'interno del partito esce con forza dalle parole di Caselli, il quale spiega: “Il Pd deve superare quello scontro intestino che troppo spesso ne ha caratterizzato la discussione, sottraendo energie alla proposta politica e alla capacità di confronto con il territorio”. Un partito ritrovato dunque, di cui Caselli si candida ad essere garante di un nuovo modo di fare politica e di aggregare forze ed energie propositive. Nelle prossime settimane vedremo se la base darà fiducia a questo ambizioso progetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento