Maxi blitz contro la 'chiesa' con il culto di Gesù Bambino di Gallinaro: perquisizioni a Parma

I carabinieri e la finanza hanno eseguito un decreto di perquisizione e sequestro in abitazioni, società e luoghi di culto

E' coinvolta anche la città di Parma nel maxi blitz che ha portato i carabinieri del comando provinciale di Frosinone, gli agenti della squadra mobile della Questura di Frosinone e i militari del gruppo di Cassino della guardia di finanza, ad eseguire, su delega della procura della Repubblica di Cassino, un decreto di perquisizione e sequestro in abitazioni, società e luoghi di culto riconducibili alla "Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme" con sede a Gallinaro di Frosinone e diffusa su tutto il territorio nazionale. "Il provvedimento scaturisce nell'ambito di un'attività d'indagine volta a svolgere accertamenti e verifiche", fa sapere una nota congiunta di carabinieri, polizia e guardia di finanza, in seguito "a numerose segnalazioni pervenute in ordine a presunte indebite condotte di varia natura, realizzate dai promotori e seguaci del credo religioso". La chiesa, conosciuta anche come chiesa del Gesù Bambino di Gallinaro, è stata scomunicata dal Papa ma ha proseguito nelle sue attività: nel 2016 era già stata al centro di un'inchiesta della guardia di finanza per un presunto giro di soldi. L'accusa di riciclaggio era stata poi archiviata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I ristoratori si ribellano: "Il 15 gennaio apriremo nonostante i divieti"

  • Le regole dopo il 15 gennaio: ecco quando si potrà andare a trovare parenti e amici

  • Parma in zona arancione: il calendario delle regole nel fine settimana

  • Via al decreto gennaio, restrizioni fino a marzo: vietato uscire dalla regione, solo in due dagli amici

  • Parma scongiura la zona rossa

  • Viola il coprifuoco per andare a trovare la fidanzata: giovane multato per 400 euro

Torna su
ParmaToday è in caricamento