Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Maxi frode fiscale, sette arresti tra imprenditori e professionisti: sequestri per 12 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Parma sta eseguendo l'operazione 'Work in progress': uno dei consorzi coinvolti è riconducibile a Franco Gigliotti, recentemente condannato per associazione mafiosa

Sette arresti, tra imprenditori e professionisti  - che lavorano nel settore metalmeccanico e dell'impiantistica industriale - e sequestri per 12 milioni di euro. E' scattata all'aba di lunedì 18 maggio l'operazione 'Work in progress', portata avanti dalla Guardia di Finanza di Parma. I militari stanno eseguendo l'ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica di Parma.

Secondo le prime informazioni le Fiamme Gialle avrebbero scoperto una presunta maxi frode fiscale, messa in atto da aziende del settore della metalmeccanica e dell'impiantistica industriale, attraverso due consorzi riconducibili, secondo gli inquirenti, a due imprenditori, uno dei quali  - Franco Gigliotti - condannato in primo grado dal Tribunale di Catanzaro per associazione mafiosa, in quanto ritenuto organico alla cosca di 'Ndrangheta Farao-Marincola.

I sequestri di 12 milioni di euro equivalgono alle imposte evase dalle aziende. Il meccanismo criminale prevedeva, secondo quanto ricostruito dalle indagini, la fornitura - grazie alla frode fiscale - di manodopera a prezzi fuori mercato ad aziende di rilievo nazionale nel territorio emiliano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi frode fiscale, sette arresti tra imprenditori e professionisti: sequestri per 12 milioni di euro

ParmaToday è in caricamento