Domenica, 14 Luglio 2024
VIOLENZA GIOVANILE / Centro / Piazza Ghiaia

Maxi-rissa in Ghiaia, spunta anche un coltello

L'episodio risale al 27 aprile scorso, quando tre bande di giovani se le sono date di santa ragione. Uno di loro aveva nascosto l'arma in un borsello, avvolta in un guanto

Quattro persone, di età compresa fra i 19 e i 24 anni, residenti in provincia, sono stati gravati da un decreto di perquisizione e sequestro in relazione a un episodio che si è verificato il 27 aprile scorso. I fatti si riferiscono alla maxi-rissa di Piazza Ghiaia, dove almeno tre gruppi di giovani, per futili motivi, si sono affrontati a calci e pugni nelle zone adiacenti. Nella circostanza, dopo alcune segnalazioni da parte di cittadini in preda al panico, una pattuglia di Carabinieri era intervenuta tempestivamente riuscendo a bloccare e identificare nell’immediatezza uno dei presunti partecipanti alla rissa. A seguito dell’evento i Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente hanno ricostruito la situazione. Fondamentali sono state le numerose testimonianze, univoche e concordanti, rese dai molti cittadini presenti, oltre al contributo fornito dalle telecamere di sorveglianza comunali installate nelle zone a ridosso di Piazza Ghiaia. Nel corso delle operazioni di perquisizione sono stati rinvenuti capi d’abbigliamento sovrapponibili a quelli che i giovani indossavano al momento della rissa, oltre che un coltello nella disponibilità di uno degli indagati, nascosto all’interno di un guanto dentro a un borsello. La Procura: "L’interesse pubblico alla diffusione della notizia va collegato all’allarme suscitato tra la popolazione del capoluogo per questo ennesimo atto di tracotanza, posto in essere peraltro senza una plausibile motivazione, per cui appare opportuno che l’impegno e l’operatività dell’Autorità Giudiziaria e delle forze dell’ordine venga adeguatamente valorizzato"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-rissa in Ghiaia, spunta anche un coltello
ParmaToday è in caricamento