menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sant'Andrea Bagni, la bolletta gas e luce? Un milione di euro

Ugo Nasta che abita nella frazione di Medesano si è visto recapitare un salatissimo conto per il consumo di tre milioni di KWh nel periodo maggio-agosto 2001: il problema è stato risolto

Ha ricevuto una bolletta per la fornitura di gas ed energia elettrica da oltre un milione di euro (per l'esattezza 1.035.958,43), per un consumo di tre milioni di KWh nel periodo maggio-agosto 2011, da pagare tramite bollettino entro oggi. E' accaduto - riferisce la Gazzetta - a un utente, Ugo Nasta, che abita a Sant' Andrea Bagni di Medesano, dove gestisce un salone di parrucchiere.

L'uomo ha contattato la Gdf Suez, società fornitrice del servizio e uno dei principali operatori del mercato energetico, e si è sentito rispondere - riferisce - che secondo le loro letture non c'erano errori. "I consumi della mia abitazione sono sempre stati normalissimi", commenta Nasta: "Le stranezze sono cominciate quest'anno quando mi è arrivato un conguaglio annuale di oltre 1.700 euro, che ho pagato regolarmente senza fare obiezioni, poi è arrivata questa bolletta incredibile". A quel punto si è rivolto ad un avvocato e il pagamento è stato temporaneamente bloccato. Nasta ha contattato anche 'Striscia la notizia': "Spero che tutto si chiarisca il più rapidamente possibile".

Il problema è stato risolto, la fattura bloccata. Già il 20 ottobre - spiega l'amministratore delegato di Gdf Suez Energie, Luca Valerio Camerano - a seguito di una telefonata da parte del cliente, l'errata fattura da un milione é stata stornata e la nuova fattura di cessazione corretta è stata emessa tempestivamente. Più nel dettaglio, il 18 ottobre il cliente ci ha contattati per la prima volta. Gli è stato detto che era necessario effettuare la verifica con la lettura del distributore, in quanto si trattava di una bolletta di cessazione.

"Il Cliente ha telefonato una seconda volta il 20 ottobre, quando - a seguito delle dovute verifiche - la fattura é stata immediatamente bloccata. In quell'occasione il cliente é stato tranquillizzato sul fatto che non dovesse pagare la fattura. In data odierna abbiamo ricontattato il cliente per porgere le nostre scuse. Gli è stata inoltre inviata copia della nota di credito con la quale si era provveduto ad annullare completamente la fattura errata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 200 casi ma nessun decesso

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento