Medici 24 ore su 24? Un medico parmigiano: “E’ solo sfruttamento”

Un medico parmigiano svela i retroscena "perversi" del provvedimento di Monti che rischia di divenire, come il referendum in Fiat, un espediente legalizzato per arginare i contratti nazionali

“Preferisco mantenere l’anonimato, non vorrei avere problemi con l’Ordine dei Medici”. Mentre Monti dichiara in pompa magna che farà sì che i medici siano disponibili 24 ore su 24 un medico parmigiano decide di svelare i retroscena di un provvedimento più mediatico che efficiente. “I miei colleghi forse sono contenti perché si manterrà lo status quo per la vecchia guardia. Secondo me si tratta di un’iniziativa che asseconda una logica perversa di sfruttamento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ sconcertante che nessuno si sia opposto, neanche i sindacati” afferma il dottore parmigiano appena viene nominata la nuova legge Monti “è un provvedimento che peggiora il servizio e induce allo sfruttamento dei più giovani. I medici di base si organizzeranno in studi in cui vi sarà un supplente che li sostituisca nei turni notturni. Il supplente ovviamente sarà pescato dal bacino dei neolaureati disoccupati, nel migliore dei casi godrà dei contratti atipici e non essendo pagato dall’AUSL (che pagherà i medici/ il medico di base suo titolare) il suo salario sarà sicuramente inferiore a quello previsto dal contratto nazionale”.

A scontare il prezzo di questa riforma saranno quindi i giovani medici, ma anche i pazienti a quanto pare non ne usciranno illesi. “Ciò per l’assistito comporta un cambiamento nel rapporto con il proprio medico. Ipotizzo, ma non sono molto lontano dalla realtà, che vi saranno studi con 5 o 6 medici ognuno dei quali con il suo bagaglio da 1.500 pazienti, dove sarà sempre presente un medico. Ma per conoscersi ci vuole del tempo: come si fa con un carico da oltre 7mila pazienti in fila per la visita?”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento