Chiede l'elemosina in via D'Azeglio: foglio di via da Parma per 3 anni

Un giovane rumeno di 32 anni ha subito il provvedimento dopo che ieri mattina alcune persone hanno chiamato la polizia per il suo atteggiamento aggressivo e molesto. Aveva precedenti per furto

Ieri mattina in via D'azeglio alcune persone hanno chiamato la polizia per la presenza di una persona che chiedeva l'elemosina e che, secondo i presenti, era aggressivo e molesto. Sul posto, verso le 9, è arrivata una volante della Polizia che, dopo aver registrato la descrizione dell'uomo, lo ha cercato in zona rintracciandolo in via Gramsci. Il giovane, un rumeno di 32 anni, è stato fermato e, considerati i precedenti per furto, è stato emesso a suo carico un foglio di via obbligatorio e il divieto di ritorno a Parma per tre anni. L'uomo aveva già subito un simile provvedimento per i Comuni di Asti e Cuneo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento