Si fingeva invalido con la stampella: assolto mendicante 34enne di San Polo

Secondo i giudici la stampella non è un elemento che provi un "abuso della credulità popolare": il caso è stato sollevato per la vicenda di Nicolae, un 34enne rumeno che chiedeva l'elemosina a Cremona

Non è reato mendicare usando la stampella per impietosire la gente. Il caso è stato sollevato per la vicenda di Nicolae, un 34enne rumeno, domiciliato a San Polo. La stampella non è un elemento che provi un ''abuso della credulità popolare''. Su richiesta della procura, il gip del tribunale di Cremona ha archiviato il procedimento nei confronti del rumeno che fingendosi disabile chiedeva l'elemosina agli automobilisti fermi a un semaforo di Cremona. L'uomo ''deambulava molto lentamente e in modo vistosamente scoordinato, con l'ausilio di una stampella, facendo presumere che fosse affetto da una parziale inabilità motoria'', hanno scritto sul verbale i poliziotti. Nicolae si avvicinava agli automobilisti fermi al semaforo, tendeva la mano col braccio appoggiato alla stampella e ''tenendo un atteggiamento sottomesso e volto a impietosirli chiedeva loro un obolo, spesso ricevendolo''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel verbale, gli agenti hanno precisato che la presenza del romeno ''creava intralcio alla regolare circolazione veicolare'', perché quando scattava il verde, Nicolae non si spostava dalla strada, ''per poi comodamente raggiungere il marciapiede''. Secondo gli agenti, alla loro vista il presunto disabile aveva tentato di defilarsi ma era stato fermato e identificato. Parlando con gli agenti, Nicolae aveva ammesso candidamente di utilizzare la stampella per impietosire gli ignari passanti, per ottenere l'elemosina. Aveva anche mostrato che lui disabile lo era per finta. Perciò era stato condotto in questura e denunciato. Ma il gip ha archiviato, accogliendo i motivi della procura perché ''non emergono elementi idonei a sostenere l'accusa in giudizio con riferimento alla effettiva attitudine del mezzo usato per mendicare a determinare un abuso della credulità popolare''.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento