menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Caso di meningite, non c'è pericolo di contagio": la 15enne rimane in prognosi riservata

Sospetto caso di meningite: gli accertamenti confermano che non si tratta di una forma batterica da meningococco. Non c’è pericolo di contagio da persona a persona. Rimane riservata la prognosi della ragazza ricoverata al Maggiore. Sono negativi gli esiti degli esami batteriologici eseguiti sulla giovane di Fidenza che ieri si è sentita male mentre era a scuola e che è stata ricoverata al Maggiore per sospetta meningite. A rendere noti i risultati pervenuti dai laboratori dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma e confermati dal Laboratorio del S.Orsola di Bologna sono le Direzioni delle due Aziende Sanitarie della provincia di Parma: la giovane non è affetta da meningite batterica da meningococco che rappresenta la forma diffusiva e contagiosa. Si rassicura, pertanto, che non c’è rischio di contagio da persona a persona e non è quindi necessaria la profilassi sanitaria per chi ha avuto contatti con la ragazza. Per la giovane la prognosi rimane riservata. Sono tuttora in corso ulteriori approfondimenti per capire la causa dell’infezione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento