Un giocattolo usato per Natale: la Comunità Sant'Egidio contro l'Aids

Per tutta la giornata i volontari della Comunità di Sant'Egidio saranno presenti in piazzale Barezzi con il mercatino "Rigiocattolo", un progetto per sostenere la lotta all'Aids in Africa e fare regali ecologici e solidali

Il mercatino "Rigiocattolo" in piazzale Barezzi

Un regalo di Natale ecologico e solidale per i propri bambini. È quanto propone la Comunità di Sant'Egidio per sostenere il progetto Dream per la lotta all'Aids in Africa. Tutto questo per tutta la giornata di oggi in Piazzale Barezzi attraverso l'iniziativa "Rigiocattolo", il mercatino del giocattolo usato, ecologico perchè fa si che invece di un nuovo acquisto, si riutilizzi quanto un altro bambino non usa più, e solidale perchè il ricavato sarà devoluto al progetto.  "Si tratta di un progetto che raccoglie fondi a livello mondiale – ci spiega Corrado, volontario Comunità Sant'Egidio – . È  nato come un sogno, dopo una vicinanza con il Mozambico, che la Comunità ha seguito nella fase finale della guerra degli anni Ottanta. Il desiderio di migliorare la vita di questo paese che era falcidiato dall'Aids ha creato il progetto di portare le cure a standard europeo anche in Africa".

"Rigiocattolo è una delle iniziative per la raccolta dei fondi, che coinvolge anche i bambini che seguiamo durante l'anno, affinchè anche loro diano una mano in un progetto più grande. Loro ci aiutano a sistemare i giochi, tanti bambini delle scuole elementari di Parma ci regalano i loro giochi, è un'iniziativa che ha un ampio respiro anche educativo, perchè proponiamo di fare un dono di un loro giocattolo che non usano più proprio in un periodo come il Natale dove se ne ricevono tanti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tanta la solidarietà ricevuta a Parma, spiega anche Simona, Comunità Sant'Egidio: "Abbiamo avuto molto sostegno anche dai più piccoli, ci sono diverse finalità quindi l'iniziativa è leggibile a più livelli, dall'aspetto solidale a quello ecologico. Cerchiamo di insegnare ai nostri bambini di non essere consumisti, quando hanno un giocattolo che non usano più, quel giocattolo può fare la felicità di un altro bambino". Iniziano oggi ma proseguiranno sino a gennaio le iniziative pensate dalla Comunità Sant'Egidio per il sociale, come la raccolta di generi alimentari e regali in vista del pranzo di Natale nella Chiesa di San Pietro d'Alcantara, per le persone che vivono in condizione di povertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento