Caldo, allerta della Protezione civile: nelle prossime ore fino a 38 gradi

Da oggi pomeriggio fino a lunedì la nostra regione sarà sotto osservazione per le temperature elevate: la prossima settimana è atteso il grande caldo con oscillazioni tra i 40 e i 42 gradi

Nelle prossime ore ci sarà caldo, anzi caldissimo. La Protezione civile regionale ha lanciato l'allerta da oggi pomeriggio alle 14 fino a lunedì pomeriggio alle ore 18. Poi ancora due giorni di temperature record. In Emilia-Romagna le temperature agostane si faranno sentire e raggiungeranno i 38 gradi e forse qualcosa di più. Dal portale Meteo.it si lancia l'allarme per la prossima settimana che, secondo le previsioni, sarà la più calda dell'estate. I 40 gradi saranno sfiorati in numerose città italiane mentre al Sud le temperature arriveranno anche a 43 gradi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

  • Il contagio si espande: 13 nuovi casi nelle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento