rotate-mobile
Cronaca Medesano

Mette in vendita un attrezzo agricolo su internet: truffata per 5mila euro

La vittima è una medesanese di 71 anni che ha ricaricato la carta prepagata del finto acquirente. Denunciati una ragazza e due uomini

È una delle truffe più in voga in questo periodo. Il truffatore contatta la vittima, palesandosi come compratore interessato. Successivamente, invita la vittima a recarsi immediatamente ad uno sportello ATM, in quanto vuole procedere subito all’acquisto mediante ricarica. Nel momento in cui l’ignaro venditore, convinto di ricevere il compenso, inserisce la carta e segue le indicazioni telefoniche fornite dal truffatore, cade in trappola.

Nei giorni scorsi i Carabinieri della Stazione di Medesano, a conclusione di una mirata attività d’ indagine, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Parma, una 21enne, un 45enne e un 36enne, tutti residenti fuoriregione, perché ritenuti i presunti responsabili di una truffa ai danni di una 71enne residente in provincia.

La medesanese qualche settimana fa ha messo in vendita su internet un utensile agricolo. La venditrice, dopo alcuni giorni, è stata contatta dal sedicente acquirente, particolarmente interessato all’acquisto con il quale ha raggiunto un accordo sul prezzo ritenuto congruo in 5.000 euro.

L’acquirente, al termine della contrattazione, prima ha accampato dei problemi con il proprio home-banking, poi ha consigliato al venditore di recarsi presso uno sportello ATM e seguire le indicazioni telefoniche, facendo inserire la carta e digitato i codici fornitigli effettuando una ricarica di 5.000 euro sulla carta, nella disponibilità del truffatore. Solo dopo avere confermato la transazione il venditore ha realizzato di essere stato raggirato e che i soldi invece di riceverli li aveva versati al fantomatico acquirente.

Sbollita la rabbia la donna si è rivolta ai Carabinieri di Medesano ed ha sporto denuncia. I Carabinieri hanno subito dato il via alle indagini, che si sono rivelate piuttosto complesse e articolate, estese su tutto il territorio nazionale, con l’acquisizione di documentazione bancaria e telefonica. Al termine dei riscontri investigativi, i Carabinieri hanno identificato una 21enne, un 45enne e un 36enne tutti residenti fuori regione, sul cui conto era stato girato il denaro sottratto. I tre sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Parma perché ritenuti responsabile del reato di truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mette in vendita un attrezzo agricolo su internet: truffata per 5mila euro

ParmaToday è in caricamento