rotate-mobile
Mercoledì, 29 Marzo 2023
Cronaca

Un tragico incidente: così Michele Guzzo ha perso la vita

Il ventottenne si è procurato una ferita all'arteria femorale e ha perso i sensi in pochi istanti. Era chef e consulente per un'azienda di ristorazione. Stava entrando nella casa di un amico

Per Michele Guzzo non c'è stato nulla da fare. Il giovane che ha cercato di scavalcare la cancellata dell'abitazione di un amico in viale Partigiani d'Italia, ha perso la vita dopo essersi procurato una grave ferita che gli ha reciso l'arteria femorale. Non si conoscono ancora le cause che hanno spinto il 28enne, sabato mattina intorno alle 9, a oltrepassare la cancellata. Sull'accaduto sta indagando la polizia. Gli inquirenti hanno escluso l'ipotesi del furto. Durante l'incidente, il giovane ha perso i sensi  e non è riuscito a chiedere aiuto. È stato notato da uno dei residenti che ha avvertito il 118. Immediati i soccorsi: è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso ma non ce l’ha fatta a causa della quantità di sangue perso dopo la ferita. Sul posto la polizia  per tutti i rilievi del caso. 

Emergono nel frattempo muovi particolari sulla morte di Guzzo.

Il 28enne era consulente per un'azienda attiva nel campo della ristorazione a Forlì e chef diplomato all'Alma, la scuola internazionale di cucina che ha sede a Colorno. Il ragazzo, secondo la ricostruzione dei fatti, si è ferito gravemente ad una coscia nello scavalcare la cancellata: una punta della struttura gli avrebbe reciso, come detto, l'arteria femorale.

Dopo avere fatto pochi metri avrebbe perso i sensi per poi morire dissanguato. L'allarme è scattato verso le 9 di sabato 11 marzo quando la famiglia dell'amico del ragazzo lo ha visto riverso nel giardino. Sul posto sono intervenuti, invano, i sanitari del 118, gli uomini della Squadra Mobile, delle Volanti e della Polizia scientifica che si sono messi al lavoro per ricostruire i fatti. Il cadavere del 28enne si trova in Medicina legale a disposizione del pubblico ministero che deciderà se far eseguire l'autopsia.  

Chi era Michele Guzzo

Michele Guzzo era attualmente consulente per la GpStudios, azienda di Forlì attiva nel campo della ristorazione: si era diplomato con il massimo dei voti all'Alma, la scuola internazionale di cucina con sede a Colorno. Aveva lavorato anche al ristorante Dal Pescatore di Canneto sull'Oglio, nel Mantovano, e ancora al Parma Rotta e a I Portici (Bologna). Grande tifoso del Milan, lascia nel dolore il padre Domenico, vedovo da tempo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tragico incidente: così Michele Guzzo ha perso la vita

ParmaToday è in caricamento