Minaccia due monaci con un martelletto frangivetro nella chiesa di San Giovanni: 46enne condannato

Il tossicodipendente era entrato in sagrestia ed aveva intimato ai due religiosi di consegnarli il denaro ma era scappato a mani vuote

E' entrato all'interno delle sagrestia della Chiesa di San Giovanni Evangelista a Parma, nella piazzetta di fianco a Piazza Duomo, per cercare di rubare i soldi che gli servivano per comprare le dosi di droga di cui aveva necessità. Un tossicodipendente parmigiano di 46 anni è stato condannato, per quell'azione compiuta nel mese di giugno, a due anni e 8 mesi di carcere, oltre al pagamento di 800 euro di multa, per tentata rapina e porto di oggetti atti ad offendere. Era il 3 giugno quando l'uomo si era presentato dai due monaci e li aveva minacciati servendosi di un martelletto frangivetro, di quelli utilizzati per le automobili. Il rapinatore era scappato a mani vuote ma era stato subito dopo fermato ed arrestato dalla polizia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

  • Bannone, pauroso frontale tra auto e furgone: tre feriti gravi

Torna su
ParmaToday è in caricamento