menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia l'amica con un coltello: poi prende a calci e morsi i poliziotti

La giovane ha dato in escandescenza dopo un litigio con l'amica, si è armata di coltello e ha dato calci, pugni e morsi agli agenti, rifiutandosi poi di fornire le proprie generalità

Notte movimentata in via Emilio Lepido: protagoniste due donne e un coltello, quello che l'amica (o presunta tale) ha utilizzato per minacciare la proprietaria della casa che la ospitava. All'origine dell'insensato gesto un pesante litigio tra le due che ha preoccupato i vicini pronti ad avvertire la Polizia che, intorno all'una della notte tra giovedì e venerdì, è arrivata a San Prospero dopo la segnalazione di una lite in appartamento. Nel frattempo, prima che gli uomini in divisa arrivavano presso l'abitazione in cui si trovavano le presunte amiche, la donna ospite ha cercato di nascondere il coltello che aveva utilizzato per minacciare l'altra. Non contenta, si è rifiutata anche di fornire le proprie generalità ma non solo: ha pensato bene di  aggredire gli operanti con calci, pugni e tentativi di morsi. Immobilizzata e portata con la forza nella volante, la donna ha continuato a scalciare contro il vetro posteriore danneggiandolo, mentre i poliziotti proseguivano con le indagini. Il coltello è stato ritrovato e sequestrato, la donna, identificata successivamente.  La trentenne, già nota  per precedenti di polizia, è stata denunciata per minacce aggravate, minacce, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, tentate lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e rifiuto sulla propria identità personali. Insomma, un bel po' di reati a cui rispondere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento