menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Polo socio-assistenziale di via Leonardo da Vinci

Polo socio-assistenziale di via Leonardo da Vinci

Minaccia addetti dei servizi sociali: arrestato 28enne parmigiano

I carabinieri della Compagnia di Parma hanno fermato ieri sera un giovane che si era recato presso il Polo sociale di via Leonardo da Vinci: l'accusa è violenza a pubblico ufficiale

Un parmigiano di 28 anni è stato arrestato con l'accusa di violenza a pubblico ufficiale ieri sera dai Carabinieri della Compagnia di Parma. Secondo la ricostruzione fatta dai militari il giovane, incesurato, si era presentato nel pomeriggio del 31 agosto presso gli uffici del Polo sociale territoriale “Lubiana - San Lazzaro” di via Leonardo da Vinci 32/a, minacciando addetti e dirigenti e pretendendo che gli stessi gli riattivassero le utenze domestiche relative all’immobile ACER dallo stesso occupato e che IREN aveva provveduto a disattivare a seguito di morosità per circa 3000 euro.


Al fine di porre rimedio alla sgradevole situazione il servizio sociale parmigiano aveva mediato con IREN una sorta di transazione giungendo a spuntare un accordo in base al quale le utenze sarebbero state riattivate dietro pagamento di parte del debito. Il giovane, avendo ottemperato a tali condizioni saldando euro 1000 del debito contratto con IREN  e non avendo tuttavia ancora ottenuto la riattivazione delle utenze, per una malintesa responsabilità del servizio sociale (che effettivamente aveva solo “mediato” con IREN) si presentava presso quegli uffici pretendendo indebitamente la riattivazione in questione. Ora si  trova presso la Casa Circondariale di via Burla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento