Il Ministro Kyenge a Collecchio, la solidarietà dei parlamentari Maestri e Pagliari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Un ringraziamento e parole di elogio, per nulla di circostanza, quelle spese dalla deputata Patrizia Maestri e dal senatore Giorgio Pagliari, all'indomani della visita a Parma del ministro Cecile Kyenge, ospite ieri della Festa Multiculturale di Collecchio. “Al ministro Kyenge va il nostro ringraziamento e il nostro plauso – affermano i due parlamentari – a lei va il nostro plauso per la grande sensibilità che anche in questa occasione ha dimostrato. Riteniamo la presenza del ministro un punto importante all'interno del percorso della Festa Multiculturale, una importante occasione di dibattito e confronto nella nostra provincia, impreziosita dalle parole spese dal ministro. Solidarietà, accoglienza, confronto ed incontro tra culture diverse sono per noi valori irrinunciabili, che devono ssere alla base dell'azione politica. E proprio di questi valori il ministro Kyenge ha saputo farsi interprete”.

Il ministro Kyenge era giunto nella cittadina parmense per prendere parte all'evento di apertura della festa, la consegna dell'attestato di cittadini onorari a duecento bambini figli di migranti ma nati e residenti nel nostro territorio. “Una iniziativa simbolica ma importante – affermano ancora i parlamentari – Come importanti solo le parole spese dal ministro nel suo intervento. Ricordare l'importanza dell'integrazione come interazione e incontro tra culture diverse, nell'apertura e nel rispetto reciproco, è oggi più importante che mai”.

Infine, i due parlamentari parmigiani hanno voluto esprimere la loro vicinanza e solidarietà al ministro, vittima ancora nei giorni scorsi di attacchi razzisti, portati avanti anche da importanti politici del nostro territorio. “Ci auguriamo che il ministro possa continuare a portare avanti il suo lavoro con serenità e tranquillità – affermano Pagliari e Maestri – A lei va la nostra stima e vicinanza, a lei va la nostra solidarietà per gli attacchi ricevuti nelle scorse settimane e ancora negli ultimi giorni. Attacchi inaccettabili per il loro carattere razzista, ma anche parole che qualificano in maniera fortemente negativa proprio le persone che le pronunciano. Quando non si hanno argomenti, si usano pregiudizi per attaccare l'avversario politico, quando c'è inciviltà, si attaccano le persone per il colore della loro pelle. Si tratta di atti indegni del nostro paese, di leader politici e di uomini che dovrebbero invece onorare le istituzioni di cui fanno o hanno fatto parte”.

Torna su
ParmaToday è in caricamento