Nevicata Fidenza febbraio, la giunta comunale "ecco i moduli per la richiesta di risarcimento danni"

La giunta comunale di Fidenza fa sapere che sono stati prodotti i moduli per la richiesta di risarcimento danni per agricoltori, privati e imprese colpiti dalla nevicata del 6-7 febbraio. I moduli dovranno esser compilati entro il 6 giugno.

La giunta comunale di Fidenza fa sapere che sono stati prodotti i moduli per la richiesta di risarcimento danni per agricoltori, privati e imprese colpiti dalla nevicata del 6-7 febbraio. I moduli dovranno esser compilati entro il 6 giugno.

I cittadini e le imprese che hanno subito danni in seguito all’eccezionale nevicata che ha colpito Fidenza tra il 4 e il 7 febbraio 2015 possono presentare al Comune le schede per la ricognizione del fabbisogno finanziario relativo a interventi sul patrimonio edilizio privato, beni mobili e beni mobili registrati, attività produttive e agricole”.

Lo annunciano il Sindaco Andrea Massari e l'assessore Fabio Bonatti (Attività produttive e Agricoltura), invitando tutti i cittadini e le imprese interessate a “cogliere anche questa opportunità, dopo i risarcimenti arrivati da Enel per l'interruzione della fornitura elettrica”.

Le schede che attestano i danni subiti e il fabbisogno finanziario per il ripristino si possono scaricare dal sito del Comune: www.comune.fidenza.pr.it (è on-line un apposito banner in home page) e devono essere presentate all'Ufficio Protocollo (sede municipale, piazza Garibaldi, 1) entro sabato 6 giugno. Sarà poi il Comune stesso a inviare le richieste alla Regione Emilia Romagna.

I soggetti interessati possono compilare e presentare le schede secondo la seguente tipologia:

  • Scheda B: Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili e dei beni mobili registrati
  • Scheda C: Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive
  • Scheda D: Ricognizione dei danni subiti dalle attività agricole e agroindustriali

Nelle schede tecniche devono essere indicati i dati dei beni danneggiati, segnalata la gravità del danno subito e una prima sommaria valutazione della spesa necessaria per il ripristino. La ricognizione dei danni è il primo passo, necessario, per accedere ai finanziamenti ma non ne garantisce l’automatica erogazione. Servirà, infatti, apposita istruttoria da parte degli Enti preposti.

Tutti i cittadini che hanno necessità di chiedere informazioni e chiarimenti potranno telefonare al Servizio ambiente del Comune, chiamano il numero 0524.517274 (arch. Claudio Campanini).

L'Ordinanza e i relativi allegati sono disponibili anche sul sito internet della Protezione Civile regionale: https://protezionecivile.regione.emilia-romagna.it/argomenti/piani-sicurezza-interventi-urgenti/ordinanze-piani-e-atti-correlati-dal-2008/eccezionali-avversita-atmosferiche-verificatesi-nel-territorio-della-regione-emilia-romagna-nei-giorni-dal-4-al-7-febbraio-2015

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

Torna su
ParmaToday è in caricamento