Violenze e stalking contro la moglie-cugina 30enne: arrestato un 42enne marocchino

Un 42enne marocchino F.A. è stato arrestato dalla Squadra Mobile per stalking: molestava e picchiava la moglie 30enne che era anche sua cugina. L'ha cercata sul posto di lavoro ma il suo capo ha evitato il contatto con l'uomo

Era sua cugina ma anche sua moglie. E così nel momento in cui gli uomini della Squadra Mobile sono andati a casa sua per arrestarlo la prima reazione di F.A., un 42enne di origine marocchina che risiedeva in provincia di Parma insieme alla moglie, sarebbe stata: 'Ma è mia cugina". Una reazione che testimonia una volontà di possesso nei confronti della donna, che comprende sia l'ambito famigliare che quello che secondo l'uomo si originerebbe dal matrimonio. Per K.S., una donna di 30 anni che si è trasferita in Italia con il marito-cugino l'incubo è iniziato nel 2006: tra maltrattamenti, molestie, botte ed atteggiamenti di minaccia e violenza. La donna, che è l'unica che lavora in famiglia, si vede prelevare tutto lo stipendio dal marito che, secondo la ricostruzione effettuata dagli inquirenti, spendeva i soldi della moglie per gli alcolici. 

La 30enne, che lavora a Parma ed è molto stimata per la sua professione, ha deciso di rivolgersi agli assistenti sociali che l'hanno indirizzata verso la Questura di Parma. K.S si reca dai poliziotti nel novembre del 2013 ma è molto titubante: deve riuscire a denunciare il marito, oltre che un famigliare di primo grado. La donna viene protetta dal Centro Antiviolenza che le fornisce un'abitazione con residenza segreta anche per i suoi due figli di circa 10 anni. Ma il marito non si dà per vinto e la va a cercare sul posto di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Qui il datore di lavoro della donna si frappone ai due e riesce a non far avvicinare il marito alla sua dipendente. Ne nasce una colluttazione che finisce con l'intervento dei Carabinieri e la denuncia nei confronti del marito. A quel punto il Pm Amara chiede l'arresto per F.A, che si trova nella sua casa in provincia di Parma: il Gip Conti decide per la custodia cautelare in carcere. I poliziotti della Squadra Mobile lo arrestano il 31 dicembre, giorno di Capodanno e lo portano nel carcere di via Burla. L'accusa nei suoi confronti è stalking. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento