Molesta, cerca di bloccare e si denuda davanti a giovani minorenni: 29enne arrestato

Il giovane si trova agli arresti domiciliari

Ha molestato, in almeno cinque occasioni, ragazzine minorenni dopo averle fermate nella periferia di Parma, utilizzando la propria auto per cercare di raggiungerle, dopo essersi completamente denudato davanti a loro. Un 29enne, le cui iniziali sono S.D. è stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari nella giornata di giovedì 1° ottobre dai poliziotti della Squadra Mobile di Parma con le accuse di tentata violenza privata, atti osceni in luogo pubblico e corruzione di minorenne. Gli episodi si sono verificati nella nostra città tra i mesi di giugno e di settembre del 2020. 

La prima denuncia era stata raccolta nel mese di luglio: una giovane ragazza, mentre si trovava in bicicletta, è stata affiancata da un'auto, che si era fermata pochi metri più avanti. Dalla macchina era sceso un giovane, con i pantaloni abbassati, che si era denudato completamente davanti a lei. La ragazza, a quel punto, è scappata a bordo della sua bici ma il conducente dell'auto ha cercato di fermarla. La ragazza è scappata e si è messa ad urlare, attirando l'attenzione dei passanti.

Una seconda ragazza aveva presentato denuncia, sempre a luglio: era a piedi e mentre stava andando a casa di un'amica era stata affiancata da un'auto con a bordo un giovane, che ha cercato di bloccarla. La ragazza è riuscita, anche in questo caso, a scappare ma non a memorizzare la targa. La stessa ragazza è stata poi fermata una seconda volta dallo stesso giovane: in questo caso è riuscita a prendere la targa.

Pochi giorni dopo una 15enne ha denunciato lo stesso tipo di episodio: mentre era in bici e stava andando a casa era stata avvicinata da un'auto, dalla quale era sceso un giovane che si era abbassato i pantaloni ed era rimasto completamente nudo. I poliziotti della Squadra Mobile hanno portato avanti le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica, e sono riusciti ad identificare il molestare, anche grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza e al riconoscimento da parte delle giovani vittime. Alle prime quattro denuncia se ne è poi aggiunta una quinta: anche in questo caso la ragazza ha effettuato il riconoscimento del suo molestatore. 



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento