Molesta tre ragazzine di 11, 12 e 13 anni durante le lezioni: professore di musica 64enne condannato

Il docente del Conservatorio è stato condannato a 5 anni e 2 mesi per violenza sessuale pluriaggravata: gli abusi sarebbero avvenuti durante le lezioni individuali

Avrebbe abusato, in più occasioni, di tre studentesse di musica che frequentavano le scuole Medie, di 11, 12 e 13 anni. Un professore di musica del Conservatorio Arrigo Boito di Parma, è stato condannato a 5 anni e 2 mesi per violenza sessuale. L'arresto del docente, dopo i riscontri dei carabinieri e le verifiche degli inquirenti sui racconti della ragazzine, era avvenuto nel 2017: da quel giorno l'uomo si trova agli arresti domiciliari. Secondo la ricostruzione dell'accusa il professore 64enne abusò delle tre studentesse con palpeggiamenti nelle parti intime e baci, mani infilate sotto le magliette. La vicenda prese avvio già dalle prime lezioni individuali date ad una delle tre ragazzine, la prima a ribellarsi e a raccontare tutto ai genitori. Poi la denuncia ai carabinieri e l'avvio delle indagini, coordinate dalla Pm Daniela Nunno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Allerta meteo arancione per temporali, temperature in picchiata

  • Coronavirus, a Parma zero decessi e zero contagi

Torna su
ParmaToday è in caricamento